Alpha – Cosa vuol dire “alfa” nel poker, e cosa cambia dalla MDF

Dic 22, 2023

α alfa alpha poker

Mai sentito il termine “alpha” nel poker? O visto il simbolo α? Se non sai cosa significa, te lo spieghiamo in questo articolo. È molto probabilmente un concetto che conosci ma non hai mai definito con il suo nome, però è uno dei principi fondamentali più importanti del poker.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

α è un indice che mostra con quale frequenza il tuo avversario deve foldare ai tuoi bluff puri per fare break even.

Con “bluff puri” intendiamo quelli che hanno 0% di equity contro il range di call avversario, bluff catch inclusi.

Il fattore alpha serve a comprendere se il tuo bluff rimane profittevole anche se il tuo avversario vince ogni volta che ti chiama. Andiamo a vedere il calcolo, che dovresti riconoscere perché è utilizzato in quasi tutta la matematica del poker:

Alpha (α) = bet / (bet + pot)

Come vedi, è il classico rapporto rischio/beneficio. Il risultato sarà la frequenza in percentuale di quanto spesso dovrebbe foldare il tuo avversario per far sì che questa tua mossa sia break even. Se difende di meno, stiamo facendo profit; se difende di più, meglio rivalutare questo bluff.

Facciamo un esempio: puntiamo €80 al river su un pot di €100. Il nostro α è 80/180 = 44%, quindi se riteniamo che l’avversario chiami solo una volta su tre, questa puntata andrà a buon fine. Se invece chiama due volte su tre, meglio lasciar stare. Ecco l’EV per contro-prova:

  • Oppo difende 1/3
    • 33% perdiamo -€80
    • 67% vinciamo €100
      = +€40
  • Oppo difende 2/3
    • 67% perdiamo -€80
    • 33% vinciamo €100
      = -€20

1/2 e 2/3 sono proporzioni che abbiamo scelto arbitrariamente, qualunque altro rapporto darà ragione a questo calcolo. Vediamo per esempio cosa succede contro un avversario che chiama il 50% delle volte, e uno che folda precisamente il 44%.

  • Oppo difende 1/2
    • 50% perdiamo -€80
    • 50% vinciamo €100
      = +€20
  • Oppo difende 56%
    • 56% perdiamo -€80
    • 44% vinciamo €100
      = -€0,8 (break even, considerando l’arrotondamento)

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come si collega con la Minimum Defense Frequency

La MDF è il calcolo che dobbiamo fare, quando un avversario punta contro di noi, per capire con quale frequenza dobbiamo chiamare per evitare che l’avversario faccia profit automatico con i suoi bluff.

In altre parole è esattamente alpha, ma visto dall’altra parte. Infatti il calcolo della Minimum Defense Frequency è proprio 1-α, per esteso 1-[bet/(bet+pot)].

Ecco una tabella riassuntiva delle size più comuni:

Bet 25% pot: α 20,00% MDF 80,00%
Bet 33% pot: α 24,81% MDF 75,19%
Bet 50% pot: α 33,33% MDF 66,67%
Bet 66% pot: α 39,76% MDF 60,24%
Bet 75% pot: α 42,86% MDF 57,14%
Bet 100% pot: α 50,00% MDF 50,00%
Bet 150% pot: α 60,00% MDF 40,00%

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

I giocatori MTT sono più ferrati nel gioco short / mid stack, tra i 10 e i 50 bb circa, mentre la strategia cash game solitamente si riferisce sempre a stack effettivi 100x, lo scenario più diffuso. Ma quando qualcuno raddoppia, triplica, vince qualche posta... come...

leggi tutto
Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Se vuoi riuscire a migliorare e mantenere alte le tue performance nel poker - sia live che online - ci sono sempre degli accorgimenti da apportare. Non si tratta solo di cose da migliorare nel tuo stile di gioco, ma anche una gestione migliorare della tua routine...

leggi tutto
Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Nel giorno stesso in cui abbiamo parlato dell'exploit di Fedor Holz, Daniel Negreanu si unisce al coro parlando del check-raise che sta vivendo una rinascita. E come se non fosse abbastanza, spiega anche come contrastarlo... dobbiamo già buttare via i consigli del...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?