La storia di Andy Beal vs. The Corporation: il miliardario che fece tremare il poker

Ott 27, 2021

La storia di quella che (a quanto ne sappiamo) è stata la partita di poker più ricca di tutti i tempi è leggenda per chi conosce il mondo delle carte da qualche anno. Risale a quella volta che il miliardario Andy Beal andò a distruggere i tavoli High Stakes a Las Vegas, mettendo in gran difficoltà anche i più grandi campioni dei tempi.

Se tifavate per i poker pro, comunque, c’è un lieto fine che risponde al nome di Phil Ivey...

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
20%
Rakeback
30%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Chi è Andy Beal e cos’è la Corporation

Andy Beal è un multimiliardario di Dallas, fondatore della Beal Bank, imprenditore, investitore, banchiere e appassionato di poker e matematica. Si stima che nel corso della sua vita abbia perso oltre 100 milioni di dollari a carte, di cui almeno 50 in partite private.

Nonostante questa fama da “whale” però, Beal riuscì a far vacillare lo zoccolo duro dei poker pro. Nei primi mesi del 2001, si sedette al cash game del Bellagio, vincendo $100.000 ad avversari come Todd Brunson, ma le sue skill (o meglio, la mancanza di queste), fece girare la notizia tra tutti i regular americani: un business miliardario è a Las Vegas, pronto a giocare contro chiunque a qualunque limite. 

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
20€
Bonus
20€
Bonus
100€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Visto l’immenso patrimonio di Beal, molti pro non vollero nemmeno sedersi al tavolo contro di lui, ma alla fine Beal mise in palio così tanti soldi da convincere anche gli shark più prudenti.

Beal voleva mettere alla prova la sua abilità e le sue strategie contro i migliori giocatori del mondo, e sfidò in una serie di heads-up Limit Hold’Em un gruppo di professionisti: Doyle Brunson, Phil Ivey, Ted Forrest, Jennifer Harman, Minh Ly, Todd Brunson, Howard Lederer, David Grey, Chip Reese, Gus Hansen, Barry Greenstein (e altri) che presero il nome “The Corporation.

La Corporation decise di contrastare lo strapotere economico di Beal unendo i loro bankroll per la causa, e accettarono quindi la sfida.

 

Phil Ivey, l’eroe della Corporation contro Andy Beal

Per i tre anni successivi Andy Beal giocò contro questi pro a limiti tra $10k-$20k e $100k-$200k. Nel 2004, il 13 maggio, Beal vinse uno dei piatti record della storia del poker live, $11,7 milioni, secondo solo -forse- a qualche mano sconosciuta a Macao o qualche partita privata.

La Corporation però non si arrese, e anzi recuperò in breve tempo portando via al multimiliardario ben 16 milioni di dollari. Dopo questa sconfitta, Beal decise di gettare la spugna, annunciando che non avrebbe mai più giocato contro questa squadra di pro.

A due anni di distanza però queste parole vennero smentite: Andy tornò a sfidare la Corporation nel 2006, cominciando molto male con un passivo di $3,3 milioni nei primi giorni, per poi rovesciare il risultato fino a portarsi in positivo di $13,6 milioni in soli tre giorni.

 

12 cose che non sapevi su Phil Ivey

 

La Corporation era alle strette, ed era arrivata al punto di mettere in gioco tutto ciò che rimaneva del loro bankroll comune. Come nei migliori film d’azione, l’eroe entrò in scena alla fine. Era il momento che Phil Ivey scendesse in campo contro Andy Beal. 

L’ultima speranza per la fazione dei poker pro si sedette a sfidare Beal a blinds $30k-$60k fino a $50k-$100k.

Bastarono tre giorni a King Phil per trasformare l’incubo dei pro in un agnellino: una vittoria da $16,6 milioni di dollari riportò il bilancio della Corporation ampiamente in positivo.

Da quella batosta Beal rispettò davvero la promessa di non scontrarsi più contro la Corporation, ma non per questo smise di giocare a poker. Voci di corridoio riportano la sua presenza in partite high stakes private, alle quali avrebbero partecipato anche Tobey Maguire e il miliardario Alec Gores.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Addio Doyle Brunson, il poker non ti dimenticherà

Addio Doyle Brunson, il poker non ti dimenticherà

Il cielo del poker oggi si tinge di nero, dopo essere venuti a conoscenza della morte di Doyle Brunson, il giocatore di poker più leggendario di tutti i tempi. Il "Godfather of poker" è morto nel sonno a 89 anni, nella sua Las Vegas. Da anni purtroppo le condizioni di...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?