Avversari inelastici contro le nostre size: come cambia la strategia

Gen 17, 2024

Un buon poker player reagisce in maniera diversa a puntate di size diverse, aggiustando frequenze e range di call, raise e fold nel modo migliore in base alla sua strategia. Questa qualità si definisce “elasticità”.

Esistono casi di giocatori che non si adattano a differenze di size, giocatori appunto inelastici, che per esempio chiamano con le stesse mani una bet 30% pot o 75% pot. È interessante capire come aggiustare la nostra strategia nei confronti di questi player, solitamente meno preparati e sbilanciati.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come pensano i giocatori “inelastici”

Il soggetto in questione, in media, tende a non comprendere a fondo le conseguenze di una size di puntata. Il ragionamento, di base, è qualcosa sulla falsa riga di “se ho una buona mano continuo, altrimenti passo“.

Per esempio, un giocatore così potrebbe fare call alla nostra continuation bet con ogni coppia e ogni draw, e rilanciare solo two-pair o meglio a prescindere dalla size che utilizziamo.

Non sono rari i giocatori che magari hanno una strategia più complessa (per esempio chiamano con backdoor o overcard), non propriamente al livello 1 dei livelli di pensiero per intenderci, che però non sanno modificare il loro range a seconda della size che utilizziamo.

Attenzione: non è che questo genere di giocatori giochi allo stesso modo contro qualunque size, e dobbiamo imparare a capire i limiti di ogni avversario. Magari gioca allo stesso modo contro 33%, 50% e 75% pot, ma quando facciamo 100% o 120% overfolda, oppure con size troppo basse rilancia di più. Di norma gli estremi fanno differenza.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come exploitare

La risposta come sempre dipende anche da altri fattori, nel dettaglio: lo stile di gioco dell’avversario, come risponde alle nostre bet, e chi è in vantaggio di range sul board specifico.

Per esempio, un giocatore passivo che chiama spesso le nostre puntate e rilancia pochissimo, ci può incentivare a spingere il più possibile con size alte e con molte mani. Possiamo bluffare molto, bilanciare con il valore, e giocare piatti alti che possono mettere in difficoltà l’avversario.

Se invece è un giocatore che tende a rilanciare, possiamo usare sempre size più alte con il nostro top range e diminuire i bluff. Quando l’avversario è un “over-folder”, ci basterà usare la size minima.

Attenzione a chi dei due ha i range più forti in gara, perché saranno una grande discriminante nella nostra strategia. Come hai visto, tendenzialmente possiamo massimizzare la size, ma sarebbe un grande errore farlo contro un giocatore che ha vantaggio di equity!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

I giocatori MTT sono più ferrati nel gioco short / mid stack, tra i 10 e i 50 bb circa, mentre la strategia cash game solitamente si riferisce sempre a stack effettivi 100x, lo scenario più diffuso. Ma quando qualcuno raddoppia, triplica, vince qualche posta... come...

leggi tutto
Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Se vuoi riuscire a migliorare e mantenere alte le tue performance nel poker - sia live che online - ci sono sempre degli accorgimenti da apportare. Non si tratta solo di cose da migliorare nel tuo stile di gioco, ma anche una gestione migliorare della tua routine...

leggi tutto
Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Nel giorno stesso in cui abbiamo parlato dell'exploit di Fedor Holz, Daniel Negreanu si unisce al coro parlando del check-raise che sta vivendo una rinascita. E come se non fosse abbastanza, spiega anche come contrastarlo... dobbiamo già buttare via i consigli del...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?