Campione d’Italia pronto a ripartire con il poker in autunno

Lug 29, 2022

Casinò di Campione pronto a riaprire i battenti entro la fine del 2021

Buone notizie per il poker live italiano, sembra: l’apprezzatissima location di Campione D’Italia, situato nell’exclave italiana in Svizzera di fronte al lago di Lugano, sembra voler riaprire i battenti per il poker già nei primi mesi dopo l’estate. 

Queste sono le dichiarazioni del sindaco Roberto Canesi all’assemblea dei soci del casinò, riportate da un articolo pubblicato su poker.gioconews.it.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Dopo anni di difficoltà per la sala da gioco più grande d’Italia, qualche mese fa qualcosa sembrava essersi smosso per il Casinò di Campione, che aveva già creato un piano (nell’ottica della prudenza) per attivare entro l’inizio del 2023 alcuni giochi più complessi da un punto di vista organizzativo, come gioco online e poker Texas Hold’em.

Canesi invece un paio di giorni fa durante l’assemblea ha dichiarato che A settembre, massimo ottobre, inizieranno i tornei di poker. L’intenzione è di tenere i primi in tempi solleciti.”

La ragione sta nell’importanza strategica del poker per il Casinò, che ha registrato nei bilanci una maggiore incidenza rispetto al dato medio dei casinò italiani.

Non è una sorpresa, considerando i successi registrati nella location in questione, detentrice dei record raggiunti dagli IPO – Italian Poker Open, potenzialmente l’evento più popolato d’Italia, che nel periodo di chiusura di Campione ha dovuto adattarsi a diverse poker room, quali San Marino, non sempre senza problemi organizzativi.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

C’è anche da evidenziare come questo dato (l’importanza del poker per Campione rispetto agli altri casinò) nasconda in realtà un problema più che un punto forte. 

I casinò di Venezia hanno ormai accantonato il poker da tempo, e le location di Saint Vincent e Sanremo organizzano tornei solo sporadicamente, ed è chiaro che non stiano utilizzando (o non possano utilizzare) il poker come punto cardine del loro operato.

Il motivo è semplice: anche se il poker è uno dei giochi più amati, e lo dimostra il picco di poker online rispetto ad altri casinò games durante la pandemia, non si rivela altrettanto vantaggioso economicamente in termini di costi e profitti.

Senza volerci ergere a migliori esperti di economia rispetto a chi analizza i dati dei casinò, spesso notiamo una fallacia in questo discorso: non vengono considerate le entrate extra dai giocatori di poker, che a differenza della maggior parte dei gambler prenotano camere d’hotel, consumano e nei tempi morti possono anche giocare ad altri giochi. E spesso – aridamente parlando – hanno anche la fortuna di un portafoglio più gonfio dello scommettitore medio…


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?