Combo e blocker – Introduzione al calcolo delle combinazioni nel poker

Set 23, 2021

semi carte combo blocker

Una piccola introduzione al calcolo combinatorio delle mani di Texas Hold’Em: combo e blocker sono due concetti essenziali per evolvere la nostra strategia ai tavoli da gioco e, se non vi fossero chiari, in questo primo articolo capiremo di cosa si parla.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come calcolare le “Combo” a poker Texas Hold’Em

“Combo” è il termine più comune per parlare di una specifica combinazione di carte. La differenza tra “mano” e “combo” sta appunto nella specificità: AK è una mano, A♥K♣ è una combo.

Ci sono 52 carte in un mazzo, 13 per ogni seme, 4 per ogni valore, e un totale di 1.326 combinazioni diverse di mani di Texas Hold’Em.

  • Ogni mano che non sia una coppia ha 16 combinazioni totali
  • Ogni mano che non sia una coppia ha 12 combinazioni off-suited
  • Ogni mano che non sia una coppia ha 4 combinazioni suited
  • Ogni coppia ha 6 possibili combinazioni

Il perché è più facile da capire che da spiegare: prendiamo per esempio AK, ognuna delle due carte potrà essere di uno qualsiasi dei 4 semi: 4×4 = 16, il totale di combinazioni possibili di AK.

Se vogliamo conoscere gli AK suited, allora le combinazioni potranno essere solo 4: ♥♥, ♦♦, ♠♠ e ♣♣. 16-4 = 12, che è il numero di combinazioni off-suited, calcolabile anche moltiplicando 4 (i possibili semi dell’Asso) per 3 (i possibili semi del K diversi da quello dell’Asso).

Per le pocket pair non prendiamo più in considerazione il seme, ma il valore, quindi il calcolo sarà (4×3)/2: la divisione per due avviene per evitare la ripetizione delle combo (6♥6♣ è uguale a 6♣6♥).

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
365€
Bonus
20€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

L’efficacia dei blocker sulle combinazioni

La conoscenza del fatto che una carta non sia in mano a oppo (quindi sia in mano nostra, sul board, oppure conosciamo una carta per un errore di un altro giocatore o del dealer) ci permette di ridurre di molto le possibilità che un giocatore abbia una determinata mano, eliminando dall’appello svariate combo.

Queste sono le nuove combinazioni possibili quando noi sappiamo con certezza che una sola carta non possa essere in mano all’avversario:

  • Ogni mano che non sia una coppia ha 12 combinazioni totali
  • Ogni mano che non sia una coppia ha 9 combinazioni off-suited
  • Ogni mano che non sia una coppia ha 3 combinazioni suited
  • Ogni coppia ha 3 possibili combinazioni

Nel primo caso il calcolo non sarà più 4×4 ma 4×3, poiché solo una delle due carte non sarà presente.

Il secondo caso è leggermente più complicato da calcolare al volo: immaginiamo che il K♥ lo abbiamo in mano noi, allora oppo avrà 3 combinazioni di A♥Kx e 2 combinazioni per ogni altro Asso (per es. A♦ avrà solo K♠ e K♣).

Il terzo caso semplicemente impedisce una combinazione, quella del seme che abbiamo in mano noi. Avendo il K♥ gli unici AKs possibili saranno A♦K♦, A♣K♣ e A♠K♠.

Il caso più eclatante è quello delle coppie, che sono letteralmente dimezzate dalla presenza di una certa carta: il calcolo matematico diventa (3×2)/2, ma è più rapido da vedere raffigurato. Se vediamo il 6♥ sul board, le combo di set dell’avversario sono 6♦6♣, 6♣6♠ e 6♦6♠.

Lasciamo a voi la scoperta di come si riducano le combinazioni possibili di ogni mano con due o più blocker. Buon lavoro off-table e appuntamento al prossimo capitolo dove impareremo a usare queste informazioni!


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Cinque consigli top per affrontare i momenti di downswing

Cinque consigli top per affrontare i momenti di downswing

Abbiamo affrontato nei giorni scorsi il tema della varianza e del modo di affrontare ogni momento del poker. Lo abbiamo fatto attraverso i consigli forniti da Vivian Saliba, team pro di 888poker. Questa volta facciamo nostre le parole di un altro esponente di questa...

leggi tutto
10bb non è push or fold: Fedor Holz flatta gli Assi OOP

10bb non è push or fold: Fedor Holz flatta gli Assi OOP

Chi gioca a poker dagli anni d'oro si ricorderà di quelle "regole" comuni dei tempi per semplificare la complessa strategia del gioco. Una di queste era il famoso "push or fold", derivato dallo studio dei Sit&Go dell'epoca. Essenzialmente, da short stack le scelte...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?