DIVENTARE UN AGENTE DI POKER

COSA FA UN AGENTE DI POKER?

L’agente si occupa di promuovere l’attività di una poker room online invitando nuovi giocatori a iscriversi e giocare sulla suddetta.

L’agente potrà quindi ricevere una percentuale variabile sul giocato di ogni player che riesce a far affiliare.

Va da sé che disporre di un buon numero di giocatori significa garantirsi una rendita automatica nel lungo periodo facendo semplicemente da tramite tra il nuovo giocatore e la poker room.

Un’opportunità da non sottovalutare per chi ha intenzione di crearsi una rendita con il poker e ha un’ottima rete di contatti.

PERCHÈ DIVENTARE UN AGENTE DI POKER?

Avere la passione per il gioco non significa necessariamente avere tutte le carte in regola per maturare profitto ai tavoli.

Il poker può comunque essere un’ottima fonte di guadagno anche fuori dal tavolo e se l’ambiente pokeristico ti attrae e hai sviluppato negli anni un buon network di giocatori, fare l’agente potrebbe essere l’occasione giusta per mettere a frutto le tue qualità da public relator.

REQUISITI PER DIVENTARE UN AGENTE

Come in qualsiasi altro campo imprenditoriale, l’agente di poker deve essere in grado di saperci fare con la clientela. Professionalità e cordialità, unite a capacità d’espressione e spirito d’iniziativa, sono doti fondamentali per chi ha intenzione di muovere i primi passi in questa direzione.

Molto spesso i giocatori di poker non sono a conoscenza delle innumerevoli offerte disponibili sul mercato o probabilmente non hanno ancora incontrato qualcuno in grado di mostrare loro, nero su bianco, la convenienza derivante da un’affiliazione.

Se credi di avere le competenze giuste, una buona credibilità nel settore, un buon network di giocatori e hai ottime capacità comunicative unite a un buon dinamismo, diventare un agente di poker potrebbe essere la soluzione ideale per trasformare queste caratteristiche in un lavoro.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Contattaci per maggiori informazioni!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Poker Room

FAQ

Come diventare un agente poker online?

Per diventare un agente poker occorre avere dei deal con delle poker room e iscriversi al loro programma di affiliazione. Noi di Grinderlab abbiamo dei buoni deal con le migliori poker room italiane e possiamo guidarti nel diventare un agente poker (Affiliato poker).

Posso diventare agente poker senza partita iva?

Sì, inizialmente e fino a 5000€ di fatturato lordo all’anno puoi lanciarti nel mondo delle affiliazioni poker senza dover per forza aprire la partita iva. Superato questo limite fiscale, occorre mettersi in regola aprendo la partita iva.

Quali sono i migliori deal per l’affiliazione poker?

I migliori deal per l’affiliazione poker prevedono commissioni sui nuovi iscritti (CPL), commissioni Revenue Share (RS), in base alla quota di fatturato generata dall’iscritto, e Ibrida, un deal misto che prevede CPL + RS.

Quanto si guadagna con l’affiliazione poker?

Scegliendo un deal in revenue share e portando costantemente nuovi iscritti alle poker room, è possibile guadagnare abbastanza bene.

MOSTRA ALTRO

Oggigiorno il mercato in continua evoluzione richiede figure professionali nuove che sappiano muoversi nel web. Nasce così l’affiliate marketing, o affiliazione, che non è altro che un accordo commerciale tra una società commerciale e un affiliato. Nel caso dell’affiliazione poker, in particolare l’agente riceverà una commissione per ogni utente che farà iscrivere in una poker room.

La figura dell’agente poker non è altro che quella di un affiliato che, attraverso canali social, informatici o con il semplice passaparola, riesce a portare con periodicità nuovi iscritti alle poker room. Sono molte le poker room, famose e non, che si fanno pubblicità attraverso l’affiliate marketing e che danno dunque la possibilità di diventare agenti poker. Noi di Grinderlab diamo l’opportunità a chi ha voglia di intraprendere questo percorso di poter iniziare, offrendo strumenti all’avanguardia e degli ottimi deal. Ma lavorare come agente poker è conveniente? Analizziamo ora tutti i vantaggi.

Non è richiesto nessun investimento

Puoi diventare un agente poker, o agente casino o agente scommesse, senza approntare nessuna spesa iniziale. Un agente poker potrebbe far affiliare nuovi iscritti semplicemente facendo del passaparola online, attraverso canali gratuiti come Facebook e Instagram. Attenzione però: la promozione del gioco d’azzardo in Italia ha subito negli ultimi anni forti limitazioni, dunque l’agente di poker dovrà promuovere il proprio servizio con discrezione e avvertendo i nuovi utenti anche dei rischi legati al gioco d’azzardo, invitandolo a visionare il sito ufficiale dell’ADM per maggiori informazioni sui rischi.

In linea di massima, dunque, per diventare un agente di poker non occorre fare nessun particolare investimento economico. Ovviamente se l’agente vorrà espandere i suoi confini per l’affiliazione dovrà iniziare ad investire in più risorse, come siti web ad hoc fatti per l’affiliazione oppure gestire community di poker per far conoscere i suoi deal.

Si può lavorare senza orari fissi e in qualunque luogo

L’agente di poker è un lavoro versatile che può essere fatto da chiunque abbia tempo e voglia di intraprendere questo percorso. Il bello di far l’agente di poker online è che si può lavorare da indipendente, senza orari ne’ capi. Inoltre il lavoro può essere fatto in smart working da remoto e basta solo un pc e una connessione ad internet per trovare nuovi iscritti.

Agente di poker senza partita iva

Le poker room pagano una certa % a tutti i procacciatori che acquisiscono nuovi clienti validi. In termini fiscali, se non si superano i tetti della prestazione occasionale è possibile ricevere dei pagamenti senza per forza aprirsi la partita iva. Ovviamente se si vorrà intraprendere la carriera di affiliate manager poker, si dovrà per forza aprire una posizione fiscale, anche agevolata, per poter continuare a lavorare nella piena regolarità. In definitiva, sì, è possibile fare l’agente di poker online senza avere la partita iva, ma occorrerà limitarsi a percepire una revenue annuale di circa 5000€ lordi.

Guadagni a vita

Un altro vantaggio indiscutibile è il guadagno a vita che l’agente di poker riceve dai suoi affiliati. Le poker room infatti pagano gli agenti poker molto spesso con la formula revenue share, ovvero pagando una certa percentuale sul profitto generato dai giocatori iscritti. La Revenue share solitamente viene pagata su tutto il profitto generato dall’utente sulla poker room, senza limiti temporali.

La poker room potrebbe anche corrispondere una CPL, ovvero pagare una commissione su ogni giocatore affiliato tramite l’agente, o offrire una percentuale di revenue maggiore in base agli iscritti portati mensilmente. In sostanza, se un agente di poker trova un modo (legale) per portare nuovi iscritti attivi nelle poker room, guadagnerà in modo continuativo.

Chi ama il poker troverà il lavoro molto divertente

Una prerogativa di ogni lavoro è che chi ama quello che fa non percepirà mai stress o fatica eccessiva lavorando su ciò che ama. E questo vale anche per tutti gli agenti di poker che hanno scelto questo mestiere per amano il gioco del poker. Conoscere segreti, strategie vincenti, poker room e le offerte di ogni poker room è il giusto inizio per chi vuole intraprendere questa carriera.

L’agente di poker, infatti, molto spesso riesce a trovare nuovi iscritti mettendosi egli stesso in gioco, consigliando non solo la poker room, ma anche software per calcolare meglio le probabilità, corsi e lezioni per migliorare il mindset, e quant’altro. Dunque il miglior agente in questo settore è colui che ha egli stesso esperienza con il gioco del poker e fare questo lavoro non gli risulterà mai davvero pesante (ricorda che puoi lavorare quanto e da dove vuoi!)

Diventare agente poker senza pagare

Purtroppo spesso si sente dire che per diventare un affiliate manager poker occorre pagare un’altra agenzia o la stessa poker room. In verità questo lavoro può essere svolto gratis e in piena autonomia. Diventare un agente poker senza pagare è possibile : per maggiori informazioni e per iniziare al meglio questo lavoro, ti invitiamo a contattarci. All’inizio della carriera, come abbiamo visto, è possibile lavorare senza partita iva, entro un certo limite di fatturato (solitamente il limite è di 5000€ lordi all’anno). Dunque diffidate da coloro che vi offrono di diventare agente poker pagando.

Discorso a parte è invece quella della formazione: un buon agente dovrebbe comunque fare dei corsi di formazione personale, per accrescere le su skill e migliorare il suo processo d’acquisizione clienti. Un buon agente segue costantemente corsi di web marketing, come creazione di funnel, SEO e SMM, per migliorare il suo business. I migliori corsi di questo genere sono a pagamento e il nostro consiglio è di farli.

Quali documenti occorrono per diventare agente poker online?

Per intraprendere il lavoro da agente poker occorre anche avere una posizione fiscale, perché in Italia ogni entrata economica deve essere dichiarata. Se siamo all’inizio dell’attività e i guadagni sono ancora pochi, possiamo diventare agenti di una o più poker room comunicando il nostro codice fiscale, gli estremi di un documento d’identità valida e firmare tutti i contratti necessari.

A fine del mese o quando i guadagni saranno tali da poter prelevare le commissioni da noi prodotte, possiamo inviare un documento di prestazione occasionale e ricevere il saldo sul nostro conto corrente o altro metodo di pagamento scelto. Le poker room possono anche richiedere di accettare dei moduli riguardanti l’accettazione delle linee guide fornite dall’ADM, per quanto riguarda la pubblicità sul gambling, e di procedere con un’autocertificazione giudiziaria (l’agente deve avere un casellario giudiziario in regola).

Stessa procedura e stessi documenti sono richiesti se si lavora da agente poker in partita iva. Se invece si ha un’attività commerciale, occorre presentare anche una misura camerale recente dell’attività. I possessori di partita iva e le agenzie dovranno fatturare alla poker room per ricevere il pagamento.

Come guadagna un agente di poker?

Le poker room e le piattaforme di affiliazione propongono diverse modalità di guadagno. Le modalità più remunerative sono quelle ibride, dove viene corrisposto un pagamento fisso per ogni nuovo cliente e una percentuale su quanto il giocatore deposita e perde. I deal poker ibridi per l’affiliazione sono ottimi e permettono di guadagnare sia nel breve che ne lungo tempo. Tuttavia ci sono anche altri tipi di guadagno, vediamo subito i principali, ovvero CPL, Revenue Share e Ibrido.

Deal CPL Poker

Un buon deal che puoi fare con una poker room è quello di aver corrisposto un importo una tantum per ogni giocatore attivo che presenti al portale. Il pagamento verrà corrisposto per ogni giocatore che farai iscrivere alla poker room tramite il tuo codice referall. Di solito una buona CPL poker (Costo-per-Lead) si aggira intorno a 20€. Dunque se da agenti poker riuscirete anche solo a far affiliare 10 giocatori al mese, riceverete 200€. Attenzione però: molte poker room fissano delle condizioni affinché la lead sia valida, come ad esempio il fatto che il giocatore iscritto si registri ed esegua un deposito minimo con cui giocare alla room.

Affiliazione poker Revenue Share

Un tipo di guadagno più a lungo termine che riguarda le affiliazioni è quello in formula Revenue Share, ovvero in “quota di fatturato”. In pratica avrete una commissione a vita su tutte le perdite che i giocatori da voi affiliati faranno sulla poker room. Se ad esempio avete un deal del 30% in RS e il giocatore perderà 100€ giocando al poker, voi riceverete 30€ di RS.

Ovviamente su piccole perdite e su pochi giocatori affiliati il guadagno è davvero irrisorio, ma sulla quantità o affiliando giocatori attivi che vincono e perdono in continuazione al poker, avrete guadagnato un bel po’. Per quanto riguarda la formula Revenue Share occorre anche sapere che l’agente poker non pagherà mai di tasca sua eventuali vincite dei giocatori.

Deal Ibrido CPL + RS per poker

Un ottimo deal, infine, risulta essere quello che combina CPL e Revenue Share. Detto comunemente ibrido, questo deal permette all’agente di avere un guadagno non appena un suo affiliato si registra alla poker room e di ricevere una commissione in percentuale a quanto movimenta il giocatore nel corso del tempo. Il deal ibrido ha sicuramente il vantaggio di avere subito della liquidità da poter magari reinvestire per acquisire nuovi clienti.

Il deal ibrido solitamente prevede ai nuovi agenti di avere una guadagno per lead e una quota di fatturato inferiori rispetto alle altre due tipologie di deal presi singolarmente. Ciò nonostante, è possibile migliorare il deal ibrido in base al numero di nuovi giocatori che riuscirete ad affiliare durante un dato periodo di tempo.

Metodi di pagamento

Altra domanda che molto spesso ci si fa prima d’intraprendere la carriera di agente di poker è: come posso ricevere i pagamenti? A prescindere che si abbia partita iva o meno, i pagamento vengon fatti di solito mensilmente o comunque quando si raggiungono certi payout prefissati. Solo se si raggiunge un certo importo, chiamato payout, si potrà richiedere l’importo. Le poker room richiedono un documento fiscale per poter procedere con il pagamento: fattura o ritenuta di prestazione occasionale, contenenti i vostri dati e i soldi dovuti. I metodi di pagamento prevedono quasi sempre il bonifico bancario, ma è possibile anche essere pagati tramite PayPal, Skrill e Neteller.

Gli strumenti offerti dalla piattaforma di affiliazione poker

Una volta che si è diventati agenti poker e si possono portare con regolarità nuovi iscritti alle poker room con le quali si ha un deal, occorre saper utilizzare bene gli strumenti messi a disposizione sul sito d’affiliazione. Ogni agente ha a disposizione una sua area affiliato sul web dove poter reperire con facilità link tracciati e altri strumenti utili, come lista delle promozioni in corso e pannelli per le statistiche. In verità i pannelli affiliati sono molto intuitivi da utilizzare, anche perché in Italia non possono più girare sul web banner promozionali.

Per questa ragione le poker sempre più spesso non offrono più materiale pubblicitario grafico, ma solo link di affiliazione. I link poi possono essere tracciati in diversi modi, anche se il codice referente è sempre il vostro. Ciò può essere utile all’agente poker che vuole promuovere le poker room su diversi canali e capire meglio quale metodo di affiliazione poker funziona meglio.

Conclusione

In conclusione, il lavoro di agente poker online sta diventando sempre più in voga tra i giovani, specialmente per coloro che amano giocare a poker e che hanno tanti amici pokeristi. Il lavoro da affiliato è molto versatile e può essere svolto ovunque e quando si vuole, e per queste ragioni c’è chi fa affiliazione poker anche nel tempo libero, come secondo lavoro. I pagamenti vengono erogati al raggiungimento dei payout prestabiliti e spesso non sono neanche troppo difficili da raggiungere.

Chi fa affiliazione in formula Revenue Share ottiene sempre un guadagno nel caso in cui gli utenti non vincano al poker. In ogni caso, anche se gli utenti dovessero vincere, l’affiliati non dovranno rimetterci di tasca propria. In conclusione, se un agente di poker si inventa un metodo originale e legale per portare nuovi clienti alle poker room, esso creerà un profitto nel medio lungo-termine. Contattaci su Whatsapp per richiedere maggiori informazioni su come diventare agente poker professionale e avere degli ottimi deal.

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?