Giocare a stake più bassi: non una debolezza, ma una skill!

Feb 3, 2024

poker per principianti stake

Una delle cose più complicate che si può chiedere a un player che gioca regolarmente cash game online, è quella di scendere di livello. Giocare a uno stake più basso non è mai tra le principali opzioni per chi sta vivendo un periodo di downswing. O chi semplicemente riscontra delle difficoltà a un determinato livello. Vogliamo allora provare a far passare un messaggio importante: un downgrade non deve mai essere visto come una debolezza, bensì come una skill a tutti gli effetti!

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Abbassare lo stake è una skill!

Prendiamo spunto da un articolo scritto da Barry Carter su PokerStrategy per fare un ragionamento abbastanza ben radicato. Barry parte da situazioni decisamente più borderline, come quella di Jordan Saccucci, il vincitore del Main Event dell’EPT Praga 2022 per furto. Come lui, altri giocatori non sanno letteralmente che pesci prendere dopo aver praticamente perso tutto.

Portando però il tenore del nostro articolo su temi decisamente meno pesanti e torbidi, giocare a stake più bassi del consueto va visto sotto una luce meno negativa di quanto si pensi. Parliamo di skill in quanto deve essere un’intuizione, qualcosa di ragionato e di messo in pratica per migliorare il proprio gioco. Riducendo il “limite” si gioca infatti in maniera più serena, senza lo stress di dover fronteggiare qualcosa che fin qui ci ha creato dei problemi.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Bankroll management e Game Selection, valuta bene!

Sappiamo bene – e lo sottolinea anche Carter nel suo articolo – che arrivare a un certo livello e poi ritrovarsi a scendere non è mai facile. Per molti è una sconfitta, qualcosa che è difficile da ammettere in primis a se stessi. Nonostante quasi tutti i giocatori di poker lo sappiano, giocare a uno stake più basso è quasi umiliante, qualcosa che ferisce nell’orgoglio.

Tuttavia, come ben sanno i grinder che costruiscono una carriera solida e ben strutturata, ci sono due aspetti che sono fondamentali. Il primo è il Bankroll Management, che in un certo senso è il primo segnale che ti dice a che stake giocare. Il secondo è la Game Selection: scegliere per bene la partita è il primo passo per fare una buona sessione, magari chiuderla con un buon profit e andare a dormire più sereni.

Sicuramente è più facile “battere un livello” se giochi secondo bankroll e scegliendo accuratamente la partita. E chissà, scendendo di livello oggi avrai anche un mindset migliore domani…

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I rischi del board coverage: non seguire sempre le chart

I rischi del board coverage: non seguire sempre le chart

Il board coverage è un importante concetto nella teoria del poker moderno: essenzialmente, prevede di avere sempre a disposizione nel range alcune mani meno forti in senso assoluto, ma che possono migliorare la forza del nostro range in generale su determinati board....

leggi tutto
Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Una delle mosse più aggressive, forti e divertenti del poker, ma come tutto bisogna avere accortezza del come e quando. Di cosa stiamo parlando? Del check-raise, ovviamente, mossa che spaventa i più timorosi e ingolosisce troppo i più aggressivi. Jonathan Little ci...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?