Il ruolo di Bryan, il ladro di chips, nella vicenda Adelstein – Lew

Ott 11, 2022

garret adelstein vs robbi cheating 3 hustler

Visto il periodo, ci stavamo sentendo quasi male a passare un’intera giornata senza parlare dello scandalo Garrett Adelstein – Robbi Jade Lew!

Con la quantità di interesse, ricerca e impegno che ci sta mettendo tutta la community però è praticamente impossibile per noi riuscire a riportare tutti gli aggiornamenti nella loro completezza, e qualcosa che resta da dire c’è sempre.

Un elemento che abbiamo considerato ben poco nella vicenda, è Bryan A. Sagbigsal, (ex) impiegato dell’Hustler Casinò Live che in questi momenti sta avendo un ruolo importante per il caso.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
965 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Di Bryan abbiamo parlato per la prima volta in questo articolo, quando le indagini dell’HSL hanno scoperto che un membro del loro staff (lui) avrebbe prelevato $15.000 dallo stack di Robbi quando nessuno guardava.

Informata della questione, Robbi Jade Lew ha “risparmiato” il ladro non sporgendo denuncia nei suoi confronti. Ovviamente questo ha fatto sorgere sospetti non da poco.

Del resto, per quanto possibile, è una coincidenza notevole che due scandali di questa entità (presunto cheating e furto di chips) avvengano nello stesso momento e luogo, e abbiano anche un protagonista comune.

Facile pensare che ci sia una correlazione, la più elementare che Bryan – grazie alla posizione interna all’Hustler – avesse giocato un ruolo chiave nel sistema di cheating di Robbi, e che si sia preso la sua ricompensa così.

Il giorno stesso in cui questa notizia ha visto i riflettori, Robbi Jade Lew ha pubblicato lo screen di una conversazione con lo stesso Bryan in cui il ragazzo spiega di essere stato licenziato dopo il furto, di essere un 24enne con due figli disperato che ha rubato tre chips da $5k da uno stack a caso (e per casualità e rafforzare i sospetti, purtroppo proprio quello della Lew).

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
200 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Il messaggio prosegue con Bryan che loda Robbi per essere stata così buona da risparmiarlo e da restituire i soldi ad Adelstein, e una persona così buona non può avere colpe.

Bryan dice alla Lew di non credere che lei abbia barato, definisce Garrett un piagnone, racconta la storia strappalacrime della sua vita e per essere utile alla causa si offre di fare qualunque cosa, accettando di partecipare a un podcast di Joey Ingram (cosa che non ci risulta essere ancora successa).

Come detto, questa conversazione vera o falsa che sia non ha fatto molto altro che rafforzare i sospetti verso la Lew, a giudicare dai commenti. Molti hanno anche esaminato lo stile di scrittura, confrontandolo con quello di Robbi e con vecchi scritti di Bryan. Lasciamo qui sotto il tweet per i più curiosi.

Robbi successivamente ha puntualizzato che quando ha parlato con il detective al telefono, non ha sporto denuncia perché ha avuto poco tempo per decidere, ha chiesto la situazione del ragazzo, se avesse precedenti e il tutto l’ha portata a perdonare. Poco dopo però, nuove informazioni non meglio specificate l’hanno portata a riconsiderare la questione e a procedere con la denuncia per furto. 

Robbi ha precedentemente detto di non avere relazioni con questo Bryan (“che, a dirla tutta, ha derubato ME!“) né nessun altro lì in mezzo, sfidando chiunque a provare il contrario. Sottolinea di essere stata accusata dei metodi di cheating più bizzarri, ma che nessuno ha trovato nessuna prova.

 

Le accuse di Garrett e le risposte di Bryan

Garrett al contrario ha pubblicamente espresso la sua idea che Robbi colludesse con Bryan e non solo, e l’ex impiegato HSL ha risposto negando tutto, sostenendo che sarebbe stato troppo stupido imbrogliare uno dei più amati player al mondo in uno dei tavoli probabilmente più seguiti di sempre.

Condendo il tutto con vari insulti verso il deludente Adelstein che l’ha accusato, Bryan ha anche detto di amare l’Hustler Casino Live, cosa che contrasta un po’ con i messaggi inviati a Robbi dove diceva di essere praticamente schiavizzato per uno stipendio minimo.

 

Andrea Chang e un Bryan nervosetto…

Dal nulla arriva un’ultima novità, un tweet di Andrea Chang, reporter del Los Angeles Times che sta seguendo il caso.

Andrea dice di aver visto Bryan a Long Beach, e che quest’ultimo avesse precedentemente dichiarato di non voler rispondere ad alcuna domanda sullo scandalo.

Andrea era in cerca di chiarimenti, e mentre si stava avvicinando, Sagbigsal è andato in mezzo alla strada per fotografare la reporter e la sua macchina.

Quando quest’ultima le ha chiesto il perché, e se conoscesse Robbi, lui l’ha più o meno velatamente minacciata dicendo “Ti seguiremo se non te ne vai adesso. Faresti meglio ad andare prima che io ti segua ovunque tu vada.”

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?