Phil Hellmuth rivela: “Ho rifiutato un heads up contro Michael Jordan”

Set 13, 2023

L'epoca delle grandi sfide? Negreanu, Ivey, Dwan e Tony G pronti ad affrontare phil Hellmuth

Un heads up tra Phil Hellmuth e Michael Jordan? Una sfida carte in mano e chips davanti, tra un campionissimo del poker e uno degli sportivi più forti di tutti i tempi? Chi conosce la storia di MJ sa del suo legame con il mondo del gambling, quindi non è poi qualcosa di così assurdo. Peccato che questa sfida non si concretizzò mai, e per un motivo che forse in pochi si aspetterebbero.

Sarebbe infatti stato The Poker Brat a rifiutare il confronto con il più forte giocatore della storia di basket. E a rivelarlo è stato proprio il primatista di braccialetti vinti alle World Series of Poker. Per spiegare questo rifiuto tutt’altro che scontato, Hellmuth ha usato una frase per fare un riassunto: il posto giusto, ma il momento sbagliato.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
965 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Phil Hellmuth e l’heads up mancato con Michael Jordan

Phil Hellmuth è stato ospite del NESN Chicken Dinner Podcast e qui ha svelato i fatti. I primi contatti con il campionissimo del basket mondiale, capace di vincere sei titoli NBA con i Chicago Bulls, erano partiti nel pieno della carriera di entrambi, ognuno nei rispettivi campi. Tuttavia, quelli non erano tempi particolarmente fortunati per Phil, il quale fu dunque costretto a rifiutare.

E i motivi li ha spiegati proprio lui, in maniera talmente candida da rendere Hellmuth quasi irriconoscibile.

Michael mi sfidò ma in quel periodo non avevo tanti soldi per permettermi di accettare. Fui stupido, mi sarebbe bastato contattare alcuni amici e chiedere loro un prestito, visto che Jordan voleva giocare contro di me.

 

Nel frattempo Phil Hellmuth ebbe modo di conoscere Michael Jordan ai tavoli da gioco. E il profilo che il giocatore di poker stila di MJ è abbastanza chiaro:

Al tavolo è capace di stritolarti. Di certo io non volevo fare la parte del novellino che voleva giocare contro MJ giusto per sfidarlo.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Michael Jordan e il gambling

Un rapporto, quello tra Michael Jordan e il mondo del gambling, che ha vissuto diverse fasi. Alcuni suoi illustri colleghi, come l’ex compagno di squadra Scottie Pippen e il suo rivale Charles Barkley, hanno confermato la sua presenza assidua ai tavoli di cash game high stakes, che erano decisamente meno “glamour” negli Anni 90.

E poi c’è il suo rapporto con le scommesse sportive, in particolare quelle “private” durante le sue partite a golf. Una situazione a dir poco spiacevole, che lo portò sulla graticola proprio quando era all’apice della sua popolarità e della sua grandezza sportiva. Ma poi, come tutti i campioni dello sport, ne venne fuori nel migliore dei modi: vincendo ancora, partite e titoli.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

E se il poker fosse diviso a livelli di skill?

E se il poker fosse diviso a livelli di skill?

Scrivendo l'articolo sulla poker room che non vuole giocatori vincenti, è nata una riflessione sull'ecosistema pokeristico, che in un modo o nell'altro sembra destinato a tendere allo zero. È un mondo dove tanti perdenti introducono denaro, e pochi vincitori lo...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?