Scandalo bot, la poker room USA fa dietrofront e interrompe la challenge

Gen 17, 2024

scandalo bot

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di un clamoroso scandalo bot che ha ricordato una poker room americana. Stiamo parlando di Americas Cardroom, sicuramente non nota a livello internazionale per essere un software “limpido” in buona parte delle sue attività. ACR è finita nell’occhio del ciclone per la presenza di una vera e propria bot-farm, che attraverso il server WPN vedeva la presenza di account fake in grado di racimolare circa 10 milioni di dollari.

La scelta da parte della poker room online è stata a dir poco insolita e assai discussa. È stata infatti avviata una vera e propria challenge, che invitava alcuni giocatori a creare degli account “paralleli”. Qualora non fossero stati scoperti entro un ammontare di ore, i creatori avrebbero ottenuto una “taglia”.

Ma in queste ore è arrivato il quasi inevitabile dietrofront.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Scandalo bot, ACR fa retromarcia

Con un comunicato diffuso nei giorni scorsi, infatti, Americas Cardoom ha fatto sapere di aver interrotto quasi subito questa challenge per “ripulirsi l’immagine” dopo l’esplosione dello scandalo bot. In estrema sintesi, i vertici della room fanno sapere che dopo aver ricevuto “travolgenti feedback” contro la challenge l’hanno interrotta e si sono scusati per averla proposta e in seguito avviata.

L’intenzione era quella di dimostrare la robustezza del sistema di sicurezza di ACR e mostrare i miglioramenti fatti sul piano dell’integrità del gioco. Tuttavia, dopo appena 38 ore a dir poco tumultuose, è arrivato l’inevitabile dietrofront da parte della room.

Abbiamo realizzato – si legge nella nota – che mettere alcuni individui contro l’intera nostra community per creare e mettere in giro account bot non era il modo migliore per raggiungere questi obiettivi. Riconosciamo il nostro errore e ci scusiamo sinceramente con la nostra stimata community di giocatori“.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Cosa ci insegna questa storia?

Ma cosa ci insegna questa storia?

Intanto ci insegna che dobbiamo sempre tenere gli occhi ben aperti. Purtroppo la situazione del poker online negli Stati Uniti è fin troppo chiara. Le regole a dir poco stringenti sulla distribuzione delle licenze consente a room come ACR di attirare una quantità spaventosa di nuovi giocatori.

In questo mercato pieno di scale di grigi, bisogna porsi delle regole. In primis quella di non iscriversi a room non del tutto sicure, pur di togliersi semplicemente lo sfizio di giocare. L’utente deve capire che se decide di iscriversi a determinate room, deve “accettare” il rischio.

L’integrità e la sicurezza del gioco è alla base della nascita della quasi totalità delle room presenti sul mercato, ma deve essere anche un mantra per tutti i giocatori.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come sono i nuovi Mystery Bounty su Plexbet?

Come sono i nuovi Mystery Bounty su Plexbet?

Avete sentito la novità? Anche su Plexbet sono arrivati i tornei Mystery Bounty, quella che possiamo definire senza paura di sbagliare l'ultima moda del poker live e online. Si tratta - come al solito - di una novità polarizzante: da un lato c'è chi li ama e li trova...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?