“Soldi sul tavolo della bisca clandestina” Guarda il servizio delle Iene al Prestige di Prato

Mar 28, 2024

le iene prestige

“Siamo a Prato in Toscana e stiamo entrando nel Club Prestige. Qui si verrebbe per imparare a giocare a bridge, lo dice anche il cartello in bella mostra, e a disputare tornei di poker sportivo, dove non si vincono soldi ma dei premi che possono essere dei viaggi o degli oggetti di valore. Ma se siamo qui è perché c’è qualcosa che non torna. Dietro quella che parrebbe essere una attività ludica e ricreativa si nasconderebbe invece una vera casa da gioco illegale sotto gli occhi di tutti…”

Inizia così il servizio della Iena Luigi Pelazza trasmesso martedì sera su ItaliaUno, di cui vi avevamo anticipato la messa in onda dopo l’irruzione della Polizia al Circolo lo scorso 14 marzo.

Quello che al tempo non sapevamo è che quando sono entrate al Prestige insieme alle Forze dell’Ordine, Le Iene avevano già ripreso di nascosto le attività ai tavoli, denunciando la pratica illegale di giochi che in Italia sono circoscritti ai casinò come blackjack, punto banco, Ultimate e poker cash game.

 

Le riprese dell’infiltrato

Nella prima parte del servizio trasmesso martedì sera, Pelazza commenta le immagini riprese con telecamera nascosta da un “infiltrato” all’interno del Prestige, probabilmente accompagnato da una seconda persona. Le attenzioni si concentrano sulle due salette private dove si giocava d’azzardo: in una giochi di casinò con puntate fino a 500€ per il blackjack, nell’altra cash game con buy-in minimo di 2.000€, secondo quanto riferito nel video.

Le telecamere hanno immortalato i passaggi di mano delle banconote che venivano cambiate in chips per giocare, con il personale del Circolo impegnato a tenere i conti. Si vedono anche i biglietti che gli infiltrati ricevono per le vincite ai tavoli, che poi ritirano in banconote a uno sportello. Insomma, un casinò illegale in piena regola.

 

Il blitz

La seconda parte del servizio delle Iene immortala il blitz della Polizia al Prestige, attimi concitati in cui si vedono diversi giocatori tentare la fuga e un dealer cambiarsi di vestito per cercare di passare inosservato. Pelazza porta al microfono Andrea Belelli, vice Questore aggiunto della Squadra Mobile di Prato.

“Abbiamo trovato una situazione di carte e di gioco con i soldi direttamente sul tavolo quindi stiamo verificando quelle che sono tutte le cifre e gli incassi – dice il Dirigente della Questura – poi procederemo al sequestro del denaro che abbiamo rilevato più al sequestro dell’immobile e a denunciare i titolari della società per quanto riguarda il gioco d’azzardo.”

Alla fine l’operazione ha portato a 17 denunce, 51 players identificati, la maggior parte dei quali partecipanti a un torneo di poker low buy-in, e al sequestro di 125.000€ in contanti. Il servizio, trasmesso in apertura di trasmissione, chiude con le immagini dei sigilli apposti al Prestige: lo potete vedere cliccando qui.

 

Il comunicato del Prestige

La Società Prestige ha pubblicato un comunicato in cui afferma di

[…]svolgere e di avere sempre svolto la propria attività ricreativa nel rispetto della Legge, sottolineando che i propri tornei di poker sportivo, che prevedono fasi finali anche presso i più importanti casinò europei, costituiscono da più di dieci anni una importante realtà, anche oltre il territorio toscano, in grado di realizzare aggregazione e sana occasione di svago e divertimento, osservando che sia stata proprio la magistratura pratese ad affermare, con provvedimento reso nel 2011, la liceità delle attività di poker sportivo.

Già in quell’anno il Circolo era stato oggetto di controlli che si erano conclusi con un nulla di fatto per i tornei di poker. Adesso a pesare sono i giochi da casinò, la cui attività è permessa dalla Legge italiana esclusivamente nei quattro casinò autorizzati sul territorio nazionale. Ma si annunciano battaglie legali a iniziare dalla ammissibilità dei video delle Iene come prove in fase di giudizio.

La Prestige comunica di avere incaricato della propria difesa lo Studio Legale dell’avv.Marco Ripamonti, confidando che presto verrà tutto chiarito dinanzi alla Magistratura, come già in precedenza accaduto. In merito ai contenuti del servizio andato in onda nel corso del programma televisivo Le Iene, la Società stessa riserva ogni diritto, azione e ragione in relazione a montaggi artefatti e contenuti fuorvianti, anche a tutela dei propri associati ed iscritti, ripresi in chiaro in manifesta violazione della normativa sulla privacy. La Società Prestige comunica, altresì, che agirà anche riguardo alle riprese video, illegittimamente effettuate in violazione di legge penale, in luogo da ritenersi privato.”

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?