Tony G contro Paul Phua: il braccio batte la mente

Dic 31, 2021

Tony G Pots

Tony G ha avuto finalmente ciò che aspettava e che molti di noi si aspettavano da questo 2021. Il fortissimo e iconico giocatore e uomo politico lituano è infatti tornato a vincere in un anno che per tutti noi non è stato semplice. La sua consueta verve e la sua personalità sovrastante sono riusciti a restituirgli il sorriso anche al tavolo da poker.

Il suo ritorno al successo coincide anche con la mano che stiamo per analizzare, l’ultima per quanto riguarda quest’anno. L’avversario di turno è un’altra vecchia volpe del circuito, ovvero Paul Phua. I due si sono affrontati nel testa a testa conclusivo dell’evento Short Deck al Super High Roller Bowl Europe di Cipro, in cui a vincere è stato proprio mister Guoga.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
20%
Rakeback
30%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Andiamo a vedere come sono andate le cose in questo caso.

Tony G sfodera i muscoli

Situazione: heads up livelli 40.000/80.000

Preflop: Tony G completa ma Phua attacca per primo e con 10♠9♠ rilancia a 220.000, trovando il call del signor Guoga con J♥7♦. Il pot sale dunque a quota 440.000 chips.

Flop: 8♥7♥K♠ – parla per primo Phua che c-betta a 270.000 fuori posizione. Tony non ci sta e rilancia a 800.000, trovando il call del suo avversario. Il pot sale a ben 2.040.000 chips.

Turn: 10♦ – Il pot molto grande, il board abbastanza scary e la situazione equilibrata di stack (2.8 milioni per Tony G, 3 milioni per Phua) induce entrambi i giocatori a fare check.

River: 10♥ – Phua opta ancora una volta per il check, Tony non ci sta e decide di puntare un milione e mezzo. L’asiatico, sconsolato, decide di foldare la mano migliore.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Il rammarico con cui Phua getta le carte nel muck dopo la puntata al river del suo avversario testimonia una cattiva condotta, da lui stesso ammessa. Probabilmente centrare la top pair al turn su quel board non era la miglior prospettiva possibile per lui, ma meritava un tentativo. Aver checkato due volte lo ha di fatto gettato tra le grinfie di Tony G, il quale non ha sprecato l’occasione.

Una volta che il lituano ha puntato mezzo stack sul river, non c’era alternativa al fold. Dunque mano sul tavolo per Antanas e buon anno anche a lui.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

Siamo a No Gamble No Future di PokerGO, e arriva una mano davvero particolare: da un "semplice" SRP 5-way, scende un flop che dona a tre persone un punto quasi infoldabile. Difficile giudicare la mano da comuni mortali... quindi arriva l'autorità di Phil Galfond a...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?