Esistono trucchi per vincere a poker? Si possono contare le carte?

Nov 17, 2023

Esistono trucchi per vincere a poker Si possono contare le carte

Spiacenti di deluderti! Ma non chiudere l’articolo per cercarne altri, perché chiunque ti dica che esistono trucchi per vincere a poker ti sta dicendo un’enorme bugia. E in un certo senso anche chi ti dice che basta imparare a contare le carte, ma poi approfondiremo.

Un vecchio saggio disse che “Il poker è il modo più difficile per fare una vita facile“. Stiamo parlando di Johnny Moss, uno dei giocatori più forti e leggendari di tutti i tempi. Se fosse esistito un trucchetto, lui lo avrebbe senz’altro conosciuto.

Ciò detto, esistono metodi illeciti che fortunatamente sono ben arginati, per il resto il poker è un gioco d’abilità e quindi esistono strategie più funzionali, che non sono “trucchi”, che possono alzare le probabilità di vincere.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Strategie non trucchi per vincere a poker

La teoria del poker è quasi infinita da approfondire. Ne deriva che sia praticamente impossibile spiegare come vincere a poker in queste poche righe, ma ci sono dei principi di massima che possono cambiare subito i risultati al tavolo.

Queste sono solo alcune delle cose più vicini a “trucchi per vincere a poker”, pur non essendolo:

  • Essere più selettivi con le mani da giocare. Prediligere mani di alto valore o con opportunità di scala e colore.
  • Limitare i call e il gioco passivo
  • Essere aggressivi quando la situazione è vantaggiosa
  • Giocare in posizione il più possibile
  • Rubare i blinds rilanciando dalle posizioni finali
  • Non incaponirsi con i bluff, ma cercare la situazione ideale
  • Limitare lo “slow play” e cercare invece di prendere valore puntando
  • Scegliere delle size adatte allo scopo: la size più alta che l’avversario potrebbe chiamare (se vogliamo un call) o la size più bassa a cui potrebbe foldare (se vogliamo un fold)
  • Analizzare bene il board, cosa potrebbe avere in mano l’avversario, e cosa rappresenti tu ai suoi occhi
  • Non giocare face up: non puntare forte solo con le mani migliori e checkare solo con le mani deboli o tutti sapranno sempre cosa hai

E l’elenco potrebbe continuare a lungo, diventando poi sempre più complicato e richiedendo una conoscenza sempre maggiore del gioco e delle sue dinamiche. Ma con calma puoi crescere seguendo il blog di Grinderlab!

 

Contare le carte a poker

Alcuni sostengono che si possano contare le carte a poker. In realtà il card counting è una disciplina legata per lo più al mondo del blackjack che con il poker ha poco a cui spartire.

Nello specifico, nel Texas Hold’Em e nell’Omaha, le due varianti di poker più diffuse e giocate al mondo, contare le carte è impossibile, perché non ci sono carte da vedere che possano darci informazioni su quelle in gioco.

Esistono tuttavia conteggi come gli outs (le carte che potrebbero scendere e giocano a nostro favore), l’equity, e i blocker, la cosa più vicina al conteggio delle carte.

In altre tipologie di poker invece, come nelle varianti draw e stud, si possono più o meno contare le carte, anche se è un concetto diverso da quello del blackjack. Potendo conoscere alcune carte che non fanno parte del mazzo, si possono escludere le stesse e avere un calcolo degli out più accurato.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Imbrogliare e barare a poker

È un comportamento deprecabile, ma dobbiamo parlarne in questo articolo, anche perché non è un segreto che barare a poker sia possibile.

Nel poker dal vivo gli imbrogli sono prevalentemente di tipo meccanico, qualche prestigiatore o card mechanic capace di mescolare il mazzo come vuole, oppure che mostra qualche carta di nascosto a un complice. Esistono anche sistemi come carte segnate o altri generi di tecnologia.

Per fortuna i casinò e le sale da gioco più importanti hanno molte precauzioni, e soprattutto dealer che mescolano le carte e non hanno interesse a far vincere qualcuno in particolare. E anche l’avessero, c’è una rigida routine di mescolatura, creata apposta per rendere più o meno impossibile imbrogliare così.

Per questo motivo è raccomandabile giocare sempre e solo in ambienti sicuri. Non puoi sapere che cosa succeda in una partita privata.

Nel poker online la prevenzione è in continua evoluzione, ma esistono ancora azioni illecite (che comportano pesanti conseguenze una volta beccate). Bot, RTA, multiaccounting e simili, che per fortuna hanno vita sempre più difficile.

Anche qui per avere garanzie devi giocare su siti legali autorizzati ADM. Solo in questi casi sei protetto, se giochi su poker room illecite puoi anche dire che è tutto truccato.

 

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Uno degli errori più frequenti commessi dai giocatori amatoriali è quello di puntare solo con una mano forte. A loro parere, come sottolinea Jonathan Little in un articolo su CardPlayer, l'unico modo per vincere è aspettare una premium hand e mettere le chips al...

leggi tutto
BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

Nel poker live, oggi, BB ante e BTN ante sono le modalità più diffuse, al punto che praticamente le ante normali non si vedono più. Ma come funzionano e cosa cambia quando a pagare le ante sono il Big Blind o il Bottone?     Cosa è il BB Ante...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?