Un bluff di Alon Messica mette a dura prova Young Eum

Mar 13, 2023

Alon Messica

Eventi importanti regalano mani apparentemente banali. Viene usato il termine apparentemente perché qualche inesperto potrebbe metterle in secondo piano dato che non vengono coinvolte monster hands o top pair. Chi se ne intende però, sa che il poker in realtà è composto al 90% da situazioni del genere. Grazie ad un’analisi di cardplayer.com, vediamo una mano del $1,100 No-Limit Hold’em $2 Million GTD del 2022 WPT World Championship, che ha come protagonisti Alon Messica e Young Eum.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

La mano

Situazione: Quattro giocatori rimasti. Blinds di 400K800K con un BB Ante di 800K.

PreflopAlon Messica da SB effettua un raise a 3,300,000 con la mano J8, ricevendo il call di Young Eum con Q♣6♣ da BB.

FlopK63 – Altra bet di Messica a 4,500,000, chiamata ancora una volta dal suo avversario.

Turn4 – Sul turn Messica non smette di puntare, effettuando una monster bet di 19,000,000 e mandando in all-in Eum. Lo statunitense chiama per un totale di 11,900,000.

River7

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Breve analisi della mano

Alon Messica ha qui tentato un bluff culminato con una bet al turn che ha messo a dura prova Young Eum. Il giocatore canadese ha dato il via all’azione con un pesante rilancio di oltre 4 volte il BB con J8 dallo small blind. Eum, che era lo short stack del tavolo, ha difeso il suo BB con Q6s, realizzando una coppia di sei su un flop K-high. Messica ha continuato ad aggredire con una sana c-bet di 4.500.000 in un pot di 7.400.000. Call di Eum, ed il turn ha portato un’altra carta più piccola del 6 per mantenere la coppia di Eum la seconda più alta del board. Messica ha deciso quindi di mandare Eum all-in e, dopo averci pensato un po’, Eum ha esclamato: “Non me la sento di foldare“.

Ha quindi chiamato e con il 7 al river è riuscito a salire a oltre 40M di chip. Messica è invece scivolato a 45,1M. Il grosso dimensionamento di Messica postflop ha fatto sì che il piatto salisse a 16.400.000, mentre Eum è rimasto con soli 11.900.000 dollari. Se si fosse ridotto un po’ sul flop, Eum avrebbe potuto essere meno incline a fare un hero call all-in sul turn, viste le probabilità peggiori che avrebbe avuto di essere scoperto.

Photo credits: WPT


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come gioca un top mondiale al NL25: una mano con gli assi

Come gioca un top mondiale al NL25: una mano con gli assi

Torniamo nella mente di un pro, uno dei migliori al mondo come "MMAsherdog", che regala una partita commentata 4x allo ZOOM NL25 di PokerStars. Tutte le mani che gioca sono interessanti, perché le spiegazioni sono molto approfondite e spiegano come pensa un...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?