Una frode sta terrorizzando i giocatori di poker americani

Nov 20, 2022

joseph cheong scam

Pochi giorni fa è venuta alla luce una frode ai danni di alcuni importanti professionisti di poker americani.

Da ciascuno dei loro conti correnti è stato prelevato un ammontare di circa 10.000 dollari ciascuno.

In un articolo pubblicato da Todd Witteles, che è proprietario di PokerFraudAlert, si ritiene che la falla principale che ha permesso la serie di furti sia la facilità con cui si possono effettuare transazioni ripetute attraverso Global Payments Gaming Solutions (popolare processore di pagamenti utilizzato da WSOP.com, BetMgM ecc.).

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
965 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Secondo Witteles, Global Payments Gaming sottopone ad un controllo accurato solo la prima transazione per verificare l’autenticità dell’identità del fruitore. Dopodiché transazioni simili aventi lo stesso nome dell’utente e lo stesso numero di conto bancario vengono accettate con pochi o addirittura nessun controllo ricorrente.

Utilizzare le stesse credenziali, per tentare depositi fraudolenti in qualsiasi altro casinò che utilizzi la rete di Global Payments, sarebbe facile a questo punto per il ladro, dopo che costui ha rubato l’identità dal sistema di un solo casinò.

Dopo un post su twitter di Joseph Cheong

sono venuti alla luce innumerevoli parte lese con lo stesso modus operandi.

È importante specificare che i casinò coinvolti (alcuni anche ignari) si sono subito mobilitati per approfondire la situazione. Il sito BetMGM, per esempio, non ha perso tempo a contattare Cheong quando è stato reso al corrente.

Tra le vittime nomi importanti come quelli di Sam Panzica, Clayton Maguire, David Bach, Brock Wilson (guarda quest’epico slowplay) ed almeno altri quattro, tra cui un “grande nome” che ha deciso di rimanere anonimo.

Sempre secondo la teoria di Witteles,

“non ci sono state vittime che hanno utilizzato esclusivamente carte di credito, PayPal o metodi di deposito in contanti.”

 

La risposta di Global Payments

La Global Payments, che ha sede a Las Vegas, ha negato che i suoi servizi siano stati compromessi.

“Non c’è stata alcuna violazione della sicurezza o apertura di conti fraudolenti presso la nostra attività di gioco in relazione a questa indagine. La protezione delle informazioni e dei fondi dei nostri clienti e dei loro clienti è la nostra massima priorità e stiamo lavorando con queste terze parti per garantire il rimborso di tutti gli individui colpiti”.

Ad oggi, il responsabile dei furti è ancora sconosciuto.

I giocatori truffati potrebbero rivalersi sui casinò, che a loro volta sarebbero gli unici in grado di recuperare i furti da Global Payments. Il problema è che sia casino, sia le società di pagamento sono a malapena al corrente della situazione.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

In ogni caso, le entità coinvolte dovranno subito tappare la falla nella sicurezza, anche se è già scontato che un’indagine di questo tipo richiederà del tempo per giungere a una conclusione.

Conosci altre frodi importanti? Leggi questo enorme scam a base di bitcoin.

 

In foto: Joseph Cheong
Photo credits: Joe Giron


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Entra nella migliore community di poker in Italia

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le nostre iniziative !

x

Entra nella migliore community di poker in Italia

newsletter

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?