Alex Foxen e un river difficile da gestire alla Poker Masters

Ott 13, 2022

Alex Foxen

La recente edizione della Poker Masters ha dato la possibilità di rivedere il grande poker ai suoi massimi livelli. Tra eventi che floppano rispetto alle aspettative e scandali più o meno concreti, c’è bisogno di vedere grandi giocate da parte di grandi giocatori. Uno di questi è senza dubbio Alex Foxen, uno dei players più attesi di questa edizione dell’evento.

Tuttavia, nella situazione che stiamo per analizzare il giocatore americano si trasforma da carnefice a vittima. Proprio così, vittima di un bluff molto pesante e a tratti inaspettato, che lo ha visto protagonista nell’evento #2 da 10.000 dollari. E così il Michael Brinkenhoff riesce a ottenere un piatto importante, come stiamo per vedere nella mano di cui sotto.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Alex Foxen prende gli schiaffi!

Situazione: final table livelli 30.000/60.000 big blind ante 60.000

Preflop: Foxen da cut off spilla Q♠10 e rilancia a 120.000, trovando il call di Brinkenhoff con AJ da small blind. Il pot sale a quota 360.000 chips.

Flop: 10♠83♣ – arriva sia il check da small blind che la c-bet di Alex a 175.000 chips. Ancora un call di Brinkenhoff e pot che sale a quota 710.000 chips.

Turn: 6 – Brinkenhoff checka ancora, Foxen spara la seconda barrel da 350.000 chips. Il giocatore su small blind chiama ancora, pot che sale a quota 1.410.000 chips.

River: 8 – All’improvviso Brinkenhoff mette ai resti Foxen per 795.000 chips. Alex ci pensa un paio di minuti prima di passare la mano migliore.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Alex Foxen commette con ogni probabilità un solo errore, ovvero quello di polarizzare il range del suo avversario sulla presenza di un Otto. Una lettura che può starci, se consideriamo che siamo di fronte a un businessman che non ha particolari skill. Dunque in un certo senso la ricostruzione della mano e il conseguente fold al river può starci.

Contro giocatori di questo livello, le volte in cui opponent prova a chiudere il colpo al river sono maggiori di quelle in cui ci ritroviamo di fronte a un bluff. Una gestione perfetta della sua immagine da parte di Brinkenhoff, il quale potrà dire di aver messo su un bello scalpo.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

Siamo a No Gamble No Future di PokerGO, e arriva una mano davvero particolare: da un "semplice" SRP 5-way, scende un flop che dona a tre persone un punto quasi infoldabile. Difficile giudicare la mano da comuni mortali... quindi arriva l'autorità di Phil Galfond a...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?