Chopped pot? No, ‘prendo tutto io’: dimostra David Coleman

Feb 9, 2024

david coleman chopped pot

Il chopped pot è senza dubbio una delle situazioni che possono capitare abbastanza comunemente, sia negli eventi live, sia quando giochi a poker online. Naturalmente la bravura di un giocatore in questo caso deve essere quella di non arrendersi all’eventualità di dividere il piatto. Tutto ciò può essere riassunto con una mano che ha visto come protagonista David Coleman.

Il player americano è tornato alla ribalta nella recente edizione della PokerGo Cup, in cui ha portato a casa anche uno dei tornei che componevano lo schedule. La mano in questione ha visto Coleman opposto a Dylan Destefano, in una situazione di 4-handed in cui un potenziale split pot ha visto prevalere la legge del più forte. E non intendiamo la forza bruta, ma quella legata alle skill.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

L’andamento della mano

Situazione: final table livelli 30.000/60.000 big blind ante 60.000

Preflop: Coleman da cut-off spilla QQ e rilancia a 120.000, trovando il call di Destefano con K2 da big blind. Il pot sale a quota 330.000 chips.

Flop JK9 – Destefano lascia la parola all’original raiser che c-betta a 110.000 chips. Il giocatore su big blind si limita al call, il pot sale a quota 550.000 chips.

Turn Q – C’è ancora un check-call da parte di Destefano sulla second barrel di Coleman a 140.000, per un pot che ora sale a quota 830.000 chips.

River 10 – Terzo check da parte di Destefano, Coleman ci pensa su prima di mettere 550.000 chips al centro. L’opponent finge di mettere le “time cards” al centro, ma poi folda.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come evitare un chopped pot

In questo caso la condotta fin dal flop è stata ottima da parte di Coleman. Aver sfruttato la posizione gli ha consentito di dominare nonostante una situazione scomoda, con una overcard e progetti di scala e di flush.

Sicuramente l’atteggiamento passivo di Destefano, dovuto forse alla mancanza di kicker a supporto della top pair, ha agevolato e non poco. Anche perchè in una situazione di raise preflop e 3 barrel post-flop, un Asso era sicuramente nel range di Coleman.

Senza dubbio questo può essere un modo valido per prendere tutto per sé un chopped pot. Non è una sentenza assoluta, ma di certo è una opzione.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come non giocare una coppia di assi e Moncek ringrazia

Come non giocare una coppia di assi e Moncek ringrazia

Secondo la volgata comune, con la mano di partenza più bella del gioco, la coppia di assi, "si vince poco e si perde tanto". Nella sessione dello scorso venerdì alla 50$/100$ del casinò Hustler uno spot condito da numerosi errori ne ha dato una ulteriore riprova....

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?