Keating e Hanks riscrivono il concetto di “bloody river”

Ott 14, 2022

alan keating

Torniamo a occuparci di uno degli show di poker live che hanno senza dubbio avuto maggiore successo. Stiamo parlando di No Gamble No Future, il format proposto alla fine dell’estate da PokerGO e capace di offrirci tanti spunti e tanti contenuti. Uno dei giocatori più caldi delle sessioni che abbiamo visto giocare è stato senza dubbio Alan Keating.

Il player americano è stato protagonista di una serie di giocate di grande qualità. Questa volta, però, è stato vittima di uno di quelli che potremmo definire senza dubbio bloody river. La quinta carta del board gli è stata fatale in un pot divenuto enorme, che lo ha visto protagonista contro Matt Hanks. Andiamo a vedere nel dettaglio come sono andate le cose.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Keating e Hanks in un river devastante

Situazione: cash game livelli 200/400/400 dollari

Preflop: Bellande rilancia con 4♣3♣ a 2.000 dollari, Hanks con 6♣2♣ alla sua sinistra decide di completare. Stessa storia per altri tre giocatori: Persson con AJ♠ da bottone, Chugh con A♠9 da small blind e Keating con 76 da big blind. Il pot sale a quota 10.400 dollari.

Flop: 863♠ – triplo check da parte di Chugh, Keating e Bellande. Hanks va in donk bet per 6.000 dollari, facendo foldare sia Persson che Chugh. Vanno al call sia Keating che Bellande. Il pot sale a quota 28.400 dollari.

Turn: 6♠ – vanno al check Bellande e Keating, con Hanks che spara la seconda barrel a 15.000 dollari. Keating rilancia a 45.000 dollari, fold di Bellande e call dell’original raiser. Il pot sale a quota 118.400 dollari.

River: 2♠ – Keating parla per primo e mette 80.000 dollari al centro. Hanks non ci sta e manda resti per 140.000 dollari complessivi. Keating chiede il count e poi opta per il call.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

In questa particolare situazione Alan Keating è stato sfortunato nel vedere l’unico river in cui avrebbe perso. Per lui la mano non poteva svolgersi in maniera diversa, poco da biasimare in una condotta perfetta.

Compreso il check-raise fatto al turn. L’unico appunto riguarda il river: considerando la terza carta di picche, una value bet un po’ più contenuta avrebbe potuto portarlo al fold. Anche se era davvero difficile passare su questo board.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?