AJs da big blind su openshove 28x 3 left: l’analisi di Andrea Cardinali

Ott 2, 2023

Il Main Event Millions Malta che si è concluso ieri con il secondo posto di Domenico Gala e il terzo di Fabio Peluso ha visto una mano decisamente sopra le righe.

A tre left Marios Trattou, poi vincitore del torneo, è andato all-in diretto con 28x di stack. In quel momento il britannico era fanalino di coda del chipcount e dopo il fold del chipleader Domenico Gala, Fabio Peluso che lo copriva di un buio ha spillato AJs da big blind.

 

Decisione complessa oppure no?

Subito Peluso è sembrato propenso al call. Un overpush pre da bottone sicuramente porta a escludere tutte le premium: il vantaggio in termini di equity contro il range di Trattou sembra evidente.

Ma in quella precisa situazione di gioco la decisione è molto delicata perché fondamentalmente ne va della tournament life. In quel momento il payout era il seguente:

  1. 93.000€
  2. 64.000€
  3. 41.000€

Alla fine Peluso ha chiamato trovandosi a dominare KJ di Trattou. Al flop è arrivato anche il progetto di colore per l’italiano ma al turn è sceso un K che è stato una sentenza.

peluso 3 left millions malta

Rimasto con gli spiccioli della merenda Peluso è stato eliminato in terza posizione poco dopo.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Cosa dice NASH ICM

Per analizzare queste situazioni di gioco da un punto di vista matematico c’è un apposito modello. NASH ICM non tiene conto dei fattori umani, nè del future game ma si basa su freddi numeri: stack, posizioni e payout.

Sapere quale è la decisione migliore a livello astratto può però aiutare a calarla nella concreta situazione di gioco. Fornite le variabili di cui sopra, il simulatore di HoldemResources ha restituito come bottom range di call AQo.

range peluso 3 left millions malta

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

L’analisi di Andrea Cardinali

Per calare lo spot nelle variabili umane del caso ci è venuto in aiuto Andrea Cardinali, che per iniziare ci ha fornito tre chart sottolineando che per ICM un openshove 28x in quella situazione di gioco non esiste.

Simulando lo spot con il software HRC, Cardinali ci ha restituito questa chart che mostra il range di open di bottone secondo equilibrio.

Da questa tabella Cardinali ne ha elaborata un’altra in cui ha stimato il range di overpush di bottone, in colore viola:

range push 3 left 28x stima cardinali

“Ho runnato la simulazione ottimalmente parlando su HRC e tramite questo tipo di range ne ho dedotto che il range di call di big blind AJs è bottom range di call, con ev +0.09. Sinceramente penso che questo spot sia più spesso un call, ovviamente il flow della partita è determinante nel senso che sapere quante volte bottone ha fatto questi shove trenta bui che non sono convenzionali ci potrebbe dare più informazioni sul tipo di player.”

Nella tabella il range di call restituito da HRC al range di push stimato sopra, dati stack e payout dei 3 left: come si vede AJ è positivo in modo marginale.

 

Una seconda opzione

Cardinali vede però anche una alternativa possibile in questo spot:

“In seconda opzione potremmo saltare questo bottom range, AJs, per salvaguardare il nostro future game nella convinzione di avere edge sugli altri due giocatori rimasti. E’ una decisione complessa runnata a bocce ferme senza sapere il flow della partita. Con il flow tutto cambia. A mio avviso è un ev da prendere ma se big blind sente di avere edge infinita potrebbe non prenderlo, questa è la mia idea. Poi big blind ha tutte info del caso che io da questa posizione non ho”.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?