Giocare bene a poker: quattro accortezze da prendere

Gen 18, 2023

Giocare bene

Essere lucidi e giocare nel miglior modo possibile, richiede determinate caratteristiche. Prendere le decisioni migliori è l’obiettivo di ogni giocatore, anche se per i motivi più svariati capita spesso di cedere un po’. Niente di straordinario, se non fosse che in molti perdono una parte sostanziale del proprio bankroll. Per giocare bene a poker, bisogna prendere determinate accortezze.

Sono tanti i modi per dare il massimo di noi stessi. Vediamo quali sono.

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Accortezze da prendere per giocare bene a poker

Giocare pochi tavoli

Giocare in molti tavoli è sicuramente profittevole, per chi riesce a sopportare la pressione che questo determina. Tuttavia tanti players credono di poter reggere quando effettivamente stanno andando in perdita. Più alto è il numero di tavoli, più bassa è la capacità di concentrarsi su una singola cosa influenzando in negativo il nostro gioco. L’ideale sarebbe scegliere il numero di tavoli in base al proprio livello, non cercando di esagerare.

Eliminare le distrazioni

È facile distrarsi al giorno d’oggi, fa parte di ogni essere umano. Veniamo costantemente bombardati da informazioni tramite i nostri smartphone, televisione, ecc. Nel poker bisognerebbe evitare qualunque tipo di distrazione, per focalizzare il nostro pensiero verso ciò che succede al tavolo. Discorso a parte per la musica, che potrebbe si distrarre, ma anche aiutare nella concentrazione. Il discorso è soggettivo. Leggi cos’ha da dire Jared Tendler a proposito di distrazioni!

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Giocare solo quando si ha abbastanza motivazione

Bisogna sempre giocare con la giusta motivazione. Molte volte si gioca controvoglia pur di rispettare un determinata routine, giocando senza alcuno stimolo e visibilmente male. Sarebbe corretto evitare di continuare quando ci si rende conto di essere spenti, acquisendo consapevolezza dei propri limiti.

Prendersi i giusti break

Per chi punta solamente al grinding c’è il rischio di entrare in sessioni infinite dove si inizia a cliccare per inerzia, quasi in modo automatico. Prendere delle brevi pause, che permettano a noi stessi di staccarci e di dedicarci ad altro, ci aiuta progressivamente nel prendere decisioni corrette quando poi torniamo ai tavoli. Trovare una determinata regolarità nelle pause, è necessario per chiudere in positivo e sarà la nostra stessa salute mentale a ringraziarci dei benefici ottenuti. Discorso differente per chi è abituato con gli MTT, che offrono di solito pause di 5 minuti ogni ora di gioco.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Tra le tante definizioni che possiamo dare del poker, c'è anche quella di 'gioco dei cooler'. Gli incroci infoldabili di carte premium sono infatti parte integrante del Texas Hold'Em. Ma come sopravvivere quando ci si ritrova dalla parte sbagliata del cooler? Sulle...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?