+39 3207056035

Assistenza 7 giorni su 7

info@grinderlabpoker.it

Scrivici quando vuoi!

Il fold da urlo di Ian Steinman contro Joe McKeehen al WPT Rolling Thunder: ma come ha fatto a passare?

Mar 13, 2020

mckeehen-joe

Ci sono mani e mani, call e call e… Fold davvero improbabili.

Come quello messo a segno da Ian Steinman nel corso del WPT Rolling Thunder tenutosi a Lincon, negli USA lo scorso 6 marzo 2018.

Una giocata che alla fin dei conti si rivelerà azzeccatissima e gli consentirà di precedere il suo diretto avversario nel ranking finale, grazie a un secondo posto da oltre 200mila dollari messo in saccoccia.

La mano nel dettaglio

L’avversario di Steinman risponde al nome di Joe McKeehen, ovvero il vincitore del Main Event WSOP 2015, che in carriera può vantare 16.5 milioni di dollari in incassi lordi.

Ci troviamo in fase 5 left ai blind 30K/60K ante 10K e i due si affrontano in blind war: apre Steinman a 160K, difende Joe con oltre 60x dietro.

FLOP: A♥ 7♠ 5♥ – Steinman va in c-bet per 150.000, call di McKeehen.

TURN: A♥ 7♠ 5♥ J♠ – Check call per Steinman sulla bet 370K di McKeehen.

RIVER: A♥ 7♠ 5♥ J♠ K♣ – Steinman prende l’iniziativa e punta 800K, McKeehen ci pensa un po’ su e le mette tutte al centro per circa 3 milioni totali, mandando in the tank l’avversario. Steinman utilizza addirittura sei time bank per poi restituire le carte al dealer azzeccando un fold pazzesco!

Ian Steinman: K♦ K♠

Joe McKeehen: Q♣ 10♦

L’analisi della mano

Siamo in modalità short handed e dopo il fold generale si gioca con stack effettivo da 60x (quello di McKeehen).

L’apertura di Steinman in blind war con una monster non ha bisogno di commenti, avrebbe potuto attuare anche una limp strategy e nessuno sarebbe saltato dalla sedia. Anche la size scelta, 2.5X, è piuttosto standard, così come la difesa di McKeheen con una mano che ha una discreta board equity.

FLOP: Considerando che ci si trova in guerra di bui i range in gioco sono decisamente più ampi del normale e il call di Mckeehen con Queen High, specialmente con stack profondi, è quasi scontato. Su un board Ace high senza flush draw andrà a chiamare presumibilmente con tutti i K-x e Q-x come infatti accade.

Per questa ragione la c-bet di Steinman ha senso, dato che prenderebbe valore da tanti floating e middle/bottom pair che McKeehen non passerà praticamente mai.

TURN: Steinman opta per il check-call e anche questa scelta è abbastanza standard. Quando checka su J♠ che non chiude il draw a scala ma ne apre uno a colore il piano è quasi sempre quello di chiamare un’eventuale bet dell’avversario. Puntare nuovamente non avrebbe tanto senso dato che andrebbe a far foldare buona parte del range che ancora batte trovandosi spesso A-x o doppie/set.

Dal punto di vista di McKeehen invece la bet dopo il check avversario è legittimata dall’equity aggiuntiva che gli da il turn, visto che con un Kappa river potrebbe chiudere addirittura il punto nut.

RIVER: E infatti casca proprio un Kappa, uno dei due rimasti nel mazzo dal momento che Steinman ha gli altri due in mano. La bet per valore a 800K è praticamente obbligatoria, in questo frangente può prendere valore da tantissime mani che hanno migliorato tra turn e river.

McKeehen però decide di pushare e a questo punto Steinman si trova di fronte a una scelta piuttosto complessa: l’entità del piatto è enorme e il range di bluff di McKeehen in questo spot è quasi inesistente. L’ipotesi più probabile è che Joe stia shovando per valore, ma se così fosse con quale combinazione?

Doppie e set si limiterebbero al call, una coppia d’Assi per come è andata la mano è assolutamente da escludere. Rimangono le combo di Q-10, che effettivamente potrebbero giocare così, ma si tratta di una porzione piccolissima del range con cui McKeehen gioca in quel modo flop e turn.

Chiamare o passare? Steinman ha set di Kappa, ma nonostante ciò trova la forza di passare quella che si rivelerà essere la mano peggiore. Chapeau!

E voi che ne pensate di questa giocata, sareste riusciti a metter sotto al posto di Ian Steinman?

Scrivetecelo lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

Se vi siete persi l’incredibile nottata ai tavoli di PokerStars che ha visto trionfare Ninetto1989 al NOS KO CLICCATE QUI!

Se vi piacciono i nostri contenuti iscrivetevi al nostro gruppo su Facebook!

Photo credits: Fabien Richard

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

High Stakes Cash Game: Leikkonen doveva checkare behind?

High Stakes Cash Game: Leikkonen doveva checkare behind?

Voglia di seguire un po' di action ai tavoli cash game high stakes? Vi accontentiamo con questa giocata interessante tra Markus Leikkonen e Kevin Paque, che si sfidano per un piatto da 400mila dollari. Oltre al brivido monetario in cui ci immedesimiamo quando...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?