Range Advantage e Nut Advantage: due fattori da tenere sempre in considerazione

Mar 16, 2021

Un’introduzione ai concetti di Range Advantage e Nut Advantage, cosa sono e come utilizzarli quando è il momento di piazzare una puntata. 

Il vantaggio di range e il vantaggio di nuts sono concetti un po’ più avanzati di quelli che affrontiamo solitamente, nonostante ciò sono semplici da capire e da integrare nella propria strategia.

Come ogni concetto un po’ più avanzato, ricordatevi di prenderlo sempre con le pinze in particolar modo se giocate microlimiti o contro un field scarso.

Anche se non fosse il momento di applicare queste strategie in-game, impararle e capirle è sempre una cosa giusta; potrebbero tornarvi utili contro i reg o quando salirete di stake!

Per imparare a giocare a poker scopri la scuola di Grinderlab!

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Vantaggio di range (Range Advantage)

Avere un vantaggio di range, o range advantage, significa semplicemente che il nostro range ha un’equity superiore al range dell’avversario. 

Per spiegarla in altri termini, il nostro range ha una probabilità di vittoria maggiore di quello dell’opponent.

Essere in vantaggio di range ci permette di puntare con una frequenza più alta rispetto a quello che faremmo se avessimo un range identico a quello dell’avversario.

Quando l’avversario ha uno svantaggio di range infatti, è forzato a foldare più spesso alle nostre puntate.

Questo a livello strategico si traduce in un aumento delle bet per valore, ma anche per bilanciamento in un incremento di puntate in bluff. Insomma potremo alzare la frequenza delle nostre bet e mettere più pressione al nostro avversario.

Scenari dove è comune avere un vantaggio di range sono ad esempio quando apriamo da BTN e riceviamo il call da BB. In questo caso avremo vantaggio di range principalmente perché le premium hands saranno più spesso nel nostro range che nel suo, in quanto dovrebbe 3-bettarle.

Un altro esempio correlatissimo al precedente, è quando il BB 3-betta contro l’apertura del BTN. In questo caso è lui ad avere il vantaggio di range se BTN chiamerà, e non a caso le frequenze di continuation bet dopo questa action preflop saranno maggiori.

Non è però sempre l’aggressore ad avere vantaggio di range, ad esempio se effettuiamo un call da BTN dopo l’apertura di CO, spesso saremo noi ad avere vantaggio di range.

In questo caso la maggior parte delle premium hands sarà nel suo range, ma il nostro range di call non conterrà gran parte delle sue mani più scarse, che bilanceranno l’equity tra i due range.

Mediamente board con carta alta favoriscono chi è in vantaggio di range, mentre i board più bassi e connessi aiutano il range svantaggiato.

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
20€
Bonus
20€
Bonus
100€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Vantaggio di nuts (Nut Advantage)

Il vantaggio di nuts avviene quando un giocatore ha un numero maggiore di mani che su un determinato board chiudono un punto forte rispetto all’avversario. 

Riprendendo gli ultimi range come esempio, è chiaro che su un board come A-K-6 rainbow, il Nut Advantage ce l’avrà il CO, in quanto avrà tutti i set e le doppie coppie possibili, mentre il Bottone dopo aver chiamato non ne avrà nemmeno una.

A cosa serve comprendere il nut advantage? Sui board dove noi avremo più frequentemente punti forti potremo alzare la size di bet per guadagnare di più dalle nostre value-bet e appesantire la fold-equity dei nostri bluff.

Viceversa sui board dove non avremo grande vantaggio di nuts, saremo contenti di abbassare la size di puntata e fare merging, introducendo mani di medio valore nel range di bet.


Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Uno degli errori più frequenti commessi dai giocatori amatoriali è quello di puntare solo con una mano forte. A loro parere, come sottolinea Jonathan Little in un articolo su CardPlayer, l'unico modo per vincere è aspettare una premium hand e mettere le chips al...

leggi tutto
BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

Nel poker live, oggi, BB ante e BTN ante sono le modalità più diffuse, al punto che praticamente le ante normali non si vedono più. Ma come funzionano e cosa cambia quando a pagare le ante sono il Big Blind o il Bottone?     Cosa è il BB Ante...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?