Tutti a casa per il Coronavirus? E’ boom nei tornei di poker online!

Mar 9, 2020

L’Italia è in ginocchio per via del Coronavirus, che soltanto nella giornata odierna ha fatto registrare oltre 1.500 casi in più rispetto ai giorni precedenti, e le misure adottate dal governo a livello precauzionale costringono a casa milioni di persone.

Una vera e propria piaga sociale ed economica che non ha ancora raggiunto il picco massimo previsto dagli esperti, stimato attorno ai 12 mila casi.

Le conseguenze di questa epidemia di contagi, con Lombardia, Emilia Romagna e Veneto tra le regioni più colpite, ha avuto notevoli ripercussioni sotto diversi aspetti e ovviamente anche sul poker online.

I dati aggiornati al 9 marzo 2020 - fonte CorrieredellaSera

Lo strano caso del Big 10

L’obbligo, più che il consiglio, di restare a casa è stato recepito dalla maggior parte dei residenti nelle zone rosse – fatto salvo il fuggi-fuggi dei fuori sede nelle ore successive al comunicato – e gli effetti si sono visti già da sabato scorso.

Notoriamente tra venerdì e sabato le poker room online abbassano i montepremi garantiti dei tornei, dal momento che l’affluenza prevista ai tavoli non si avvicina minimamente ai picchi di domenica e lunedì, ma a giudicare dai numeri nell’ultimo week-end qualcosa è cambiato.

Il caso più eclatante riguarda il The Big 10 su PokerStars.it di sabato 7 marzo, il torneo giornaliero noto scherzosamente come “The Italian Dream”, che a fronte di un garantito da 7.500 euro ha visto un’affluenza spaventosa superiore alle 3.000 unità.

Risultati paragonabili non soltanto al migliore dei lunedì serà ma addirittura a quanto accade in periodo di Series online: il montepremi infatti ha superato quota 30mila euro.

Domenica da urlo

A fare il paio con “l’anomalia” di sabato scorso sono arrivati i dati della domenica appena trascorsa, con garantiti polverizzati e un’affluenza davvero massiccia di giocatori ai tavoli.

Ecco in breve la situazione su PokerStars.it, la room di riferimento per i giocatori italiani, per quanto riguarda i tornei domenicali di punta:

Quasi tutti i tornei hanno potuto godere di un montepremi ben più cospicuo rispetto al garantito previsto, dal Sunday Evening allo Special, passando per High Roller, Full KO e via dicendo.

A complicare le cose però è intervenuto un ulteriore disguido

Il crash che fa contenti tutti

In nottata la room della Picca Rossa ha avuto qualche problema tecnico e, come si può vedere dall’immagine sopra, 5 tornei sono stati cancellati, tra cui i due major principali, il Sunday Special e il Sunday High Roller.

Come sempre Stars ha provveduto ha una distribuzione del montepremi accumulato per ICM ai concorrenti ancora in gara.

Risultato? Decine di giocatori si sono visti accreditare sul conto premi superiori ai mille euro per quanto fatto nelle prime 6/7 ore di gioco.

Si tratta ovviamente di una coincidenza, sta di fatto che nei tornei più ricchi sono stati in molti a gioire, seppur in maniera contenuta.

Se è successo anche a voi raccontateci la vostra esperienza lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

Se vi siete persi il bluff epico di Mustapha Kanit ai danni di Anton Berilsson DATE UNO SGUARDO QUI

Se vi piacciono i nostri contenuti iscrivetevi al nostro gruppo su Facebook!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?