Equilibrium spiegata da Dario Sammartino: “Dare senza aspettarsi nulla in cambio, presto nuovi progetti!”

Mar 27, 2020

dario-sammartino-stefano-atzei

In questi giorni il nome più caldo nel mondo del poker è sicuramente quello di Dario Sammartino.

Non tanto per i risultati ottenuti ai tavoli da gioco, a quelli ci ha abituati bene da tempo, quanto per l’impegno del campione napoletano nel sociale.

Quest’oggi ci siamo fatti raccontare in prima persona il suo nuovo progetto, Equilibrium, una Onlus che come primo obiettivo ha quello di sostenere l’ospedale Cotugno di Napoli.

Dario Sammartino dona 100.000€ in beneficenza assieme ai soci APPROFONDISCI QUI

Quando, come è nata l’idea di fondare Equilibrium e cosa ti ha spinto a farlo?

L’idea la avevo in mente da tempo ed è qualcosa che va oltre la beneficenza vera e propria. Quello è uno degli aspetti di Equilibrium, importantissimo perché da una mano concreta alle cause che sposiamo, ma non l’unico. L’idea di fondo è creare un contenitore all’interno del quale si comincia a prendere l’abitudine di dare qualcosa senza aspettarsi niente in cambio. Porteremo avanti diversi progetti col passare del tempo, ma il contributo non deve essere solamente economico. 

Per far muovere l’intera macchina organizzativa, trovare finanziatori, fare campagne pubblicitarie, gestire i contatti, pubblicare contenuti sul sito, aiutare laddove c’è bisogno, occorre uno forzo congiunto. Chi decide di far parte di Equilibrium mette a disposizione le sue risorse, siano esse tempo, denaro o know-how.”

Chi fa parte del progetto assieme a te ?

Assieme a me ci sono Marcello Marigliano e Luigi Serricchio, i soci con cui ho dato vita al progetto, ma la famiglia è molto più numerosa e l’intenzione è quella di allargarla ulteriormente. 

Al momento abbiamo una piccola redazione e uno staff che si occupa di marketing e comunicazione, oltre ovviamente al team che gestisce il sito. A coordinare tutti c’è Chiara Chimenti, un’amica nonché grande professionista che si trova nel progetto sin dall’inizio. Il lato redazionale viene gestito da Stefano Atzei – sì colui il quale sta scrivendo questa intervista – assieme a Marco Fava e Giovanni Buono, mentre Gianni Becconcini si occupa dello sviluppo del sito e Alessio Aurino del lato marketing.

Tu e i tuoi soci siete i primi finanziatori del progetto che riguarda l’ospedale Cotugno di Napoli: perché avete scelto di sposare questa causa e cosa vi aspettate di raggiungere e in quanto tempo?

In Equilibrium supporteremo man mano diversi progetti. La scelta di aiutare l’ospedale di Napoli è nata perché molti di noi sono nati e cresciuti qui e sanno bene qual è la situazione nel caso in cui la pandemia esplodesse anche nella nostra città. I posti in terapia intensiva sono pochi e occorre potenziare le strutture al più presto prima che sia troppo tardi. 

Per un posto in terapia intensiva con tutte le attrezzature necessarie servono circa 30.000 euro. Abbiamo messo un goal iniziale di 500.000 euro anche se la nostra intenzione originaria era quella di arrivare a un milione in modo da poter attrezzare l’ospedale con almeno 30 nuovi posti letto in terapia intensiva.”

Al Main Event ti abbiamo visto rinunciare alle sponsorship e indossare la patch di REG, ora addirittura apri una Onlus: è un nuovo Dario Sammartino quello post WSOP?

Il secondo posto al Main centra fino a un certo punto perché da molto tempo sono sensibile alle disuguaglianze che ci sono nella società moderna. Il fatto di aver avuto successo nella mia carriera e disporre di risorse su cui la stragrande maggioranza delle persone non può contare mi ha aiutato a maturare un senso di responsabilità verso gli altri che probabilmente prima non avevo. 

Come ho già detto diversi mesi fa, le offerte che mi sono state fatte per le sponsorship al final table del Main erano ridicole, almeno dal mio punto di vista, e scegliere di supportare l’associazione REG dei miei amici Liv e Igor è stata la scelta più logica e naturale possibile. Va da sé che l’intento principale è aiutare gli altri, quindi la fondazione della Onlus è soltanto una conseguenza della mia attitudine e dello sguardo che ho nei confronti della realtà al momento.”

Quali altri progetti supporterà Equilibrium? 

Proprio in questi giorni sono in contatto con Alec Torelli per includere in Equilibrium un altro progetto che riguarda l’ospedale di Cremona. Alec e Ambra, la sua compagna, si stanno muovendo proprio in queste ore affinché nei prossimi giorni si riesca a partire con la seconda campagna. 

Il loro progetto ha quasi raggiunto l’obiettivo, ma serve ancora un piccolo sforzo e noi, con Equilibrium, proveremo a dar loro una mano per arrivare alla cifra necessaria quanto prima.

Il progetto è disponibile sul sito www.equilibriumonlus.com e si può effettuare una donazione direttamente sulla piattaforma Gofundme CLICCANDO A QUESTO LINK

Se vi siete persi lo show di Dario Sammartino e Mustapha Kanit in diretta su Instagram DATE UNO SGUARDO QUI

Se vi piacciono i nostri contenuti iscrivetevi al nostro gruppo su Facebook!

Photo Credits: Stefano Atzei

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?