Doug Polk: “Una volta ho perso il 90% di tutto ciò che avevo. Saper gestire i downswing definisce che poker player sei”

doug polk downswing

Se giochi a poker per molto tempo affronterai dei downswing, senza se e senza ma. Capita a tutti.

Non a tutti però è chiara l’entità che possono raggiungere alcuni periodi neri, ma soprattutto il duro colpo psicologico che quasi inevitabilmente ne deriverà.

Se vediamo che per molto tempo perderemo soldi ai tavoli, prima o poi cominceremo a chiederci se non sarà il nostro gioco a non essere all’altezza dei nostri avversari. L’unico modo per uscire da questa visione è impegnarsi nello studio del poker, per essere sicuri al 100% di fare le mosse migliori.

Comunque se avete affrontato un brutto periodo di bad run, mal comune mezzo gaudio: leggete le impressionanti storie di Doug Polk, che macinando mani a testa bassa è riuscito a uscire da una sconfitta atroce come uno dei migliori giocatori del mondo. 

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Doug Polk e uno swing da quasi tutto

“Ci sono state un paio di difficoltà di natura finanziaria che mi vengono in mente. Ho passato un brutto downswing dove ho perso una grandissima parte del mio patrimonio, stiamo parlando di circa il 90% di tutto quello che avevo, ed era esattamente durante il Black Friday, quando non potevo giocare più a poker online da Las Vegas dove vivevo. 

Ero completamente abbattuto. Mi dicevo cose come ‘È andata. Pensavo di riuscire a far funzionare questa cosa del poker, ma non so se ce la posso fare’. Ero in una posizione dove non sapevo per quanti mesi sarei riuscito a continuare a vivere lì. 

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
5€
Bonus
215€
Bonus
20€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Stavo soffrendo per questa cosa, ma a un certo punto ho deciso di smetterla di piangermi addosso, sentirmi male per quanto fossi sfortunato, e ho deciso di lavorare davvero duramente, al massimo delle mie possibilità. Un ultimo shot, tutto quello che avevo

Ho impacchettato le mie cose e ho guidato fino a Vancouver. Il giorno stesso del mio arrivo ho cominciato a giocare Heads-Up, o la va o la spacca. Se va male rifaccio le valigie e trovo una nuova strada per la mia vita. Sono stato fortunato ad avere sempre avuto skill in Heads-Up, avere sempre avuto successo in quel format.

“Quando ti trovi in quelle condizioni di tutto o niente e sei pronto a mettere in gioco tutto ciò che hai nella tua vita per quell’obiettivo, puoi raggiungere davvero risultati incredibili.”

 

-$1.700.000 ma saper affrontare il colpo

Un’altra volta ho avuto un downswing pesantissimo, considerando i limiti a cui giocavo e quello che stavo facendo. Ho perso qualcosa come 1,7 milioni di dollari. Ricordo vividamente quando guardavo questo numero e mi dicevo: ‘Mi ci vorrà assolutamente tutta la vita per uscire da questa situazione’. Era una cosa pazzesca, perché significava che avrei dovuto giocare a livelli più bassi e tutto il resto.

Mi ci è voluto quasi un anno, ma ho lavorato sodo, ho avuto successo in diversi giochi, e ho recuperato molto anche con gli streaming su Twitch, e sono riuscito a risistemarmi quasi totalmente. 

“È così che va il poker, ti capiterà di passare periodi come questi. Non è ‘se’, è ‘quando’. Quando come lavoro sei un giocatore, anche con edge, sì, vincerai nel lungo termine ma ci saranno problemi simili, e come li affronterai definirà che poker player sei.”

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?