L’equity: spieghiamola ai principianti

Nov 25, 2022

equity

Il termine equity potrebbe far storcere il naso alla maggior parte dei giocatori principianti, tuttavia la sua conoscenza è uno step essenziale per la crescita nel poker. Cercheremo di spiegarlo in modo semplice.

Con questo termine, si intende la fetta di pot che ci si aspetta di vincere in media nel lungo periodo, cioè nel caso in cui una determinata mano venga giocata ripetutamente. Calcolare l’equity non è difficile, basta moltiplicare per l’importo del piatto le nostre chance di vittoria.

Maggior equity = maggior profitto.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Come si calcola

Facciamo un esempio pratico: con uno stack di 50 finiamo agli sgoccioli preflop con un qualunque AA e il nostro avversario mostra il suo KK; il piatto al centro è adesso di 100.

Considerando le odds (probabilità) di vincere la mano, ovvero noi all’80% e l’avversario a circa 20%, possiamo affermare che la nostra equity è pari a 80. È opportuno specificare che, matematicamente parlando, non è necessario focalizzarsi sul risultato effettivo della mano specifica. Quello che realmente importa è che, se la mano venisse giocata tantissime volte, ci spetterebbe 80 in media.

Essere a conoscenza della nostra equity è fondamentale nel prendere la decisione più conveniente.

Come sappiamo, i modi per vincere una mano sono sempre due:

  1. Si arriva allo showdown e si mostra il punto migliore;
  2. Gli avversari escono foldando.

Ciò significa che anche l’equity va divisa in due parti.

Equity = pot equity + fold equity 

  1. La pot equity, cioè l’equity che ci spetta per il valore del nostro punto confrontato a quello avversario, in caso di showdown.
  2. La fold equity, cioè la parte di pot equity che appartiene all’avversario. Puntiamo a vincerla in base all’eventualità che egli abbandoni il colpo.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

È ora di fare un altro esempio:

Il pot è sempre 100. Noi abbiamo una pot equity di 60, il nostro avversario di 40. Puntando, c’è una probabilità del 20% che l’avversario foldi. La nostra fold equity in questo caso sarà pari al 20% di 40, che senza la nostra puntata spetterebbero a lui, ovvero 8. Con una bet la nostra equity totale passa da 60 a 68.

Questo dimostra quanto l’aggressività possa incidere effettivamente nel gioco.

Chiaramente arrivando ad uno showdown, la nostra equity totale coinciderà con il totale della pot equity, azzerando il valore della fold equity.

 

A venirci incontro, abbiamo sempre una vasta selezione di software di tracking per imparare a studiare meglio le nostre mani e quelle dell’avversario. Visita la sezione del nostro sito.

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Uno degli errori più frequenti commessi dai giocatori amatoriali è quello di puntare solo con una mano forte. A loro parere, come sottolinea Jonathan Little in un articolo su CardPlayer, l'unico modo per vincere è aspettare una premium hand e mettere le chips al...

leggi tutto
BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

Nel poker live, oggi, BB ante e BTN ante sono le modalità più diffuse, al punto che praticamente le ante normali non si vedono più. Ma come funzionano e cosa cambia quando a pagare le ante sono il Big Blind o il Bottone?     Cosa è il BB Ante...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?