Hand for hand, giochi in attacco o in difesa?

Mar 29, 2023

hand for hand

Nei tornei di poker, con il field che si screma e la zona ITM si avvicina, i Tournament Directors danno il via a uno dei processi più carichi di tensione e adrenalina. Stiamo parlando della fase “hand for hand”. Ciò vuol dire che tutti i tavoli dovranno aver completato la mano in corso, prima di dare il via a quella successiva.

La ragione per cui questo processo è stato introdotto è per dare modo a tutti i giocatori di giocare lo stesso numero di mani durante la fase di “bolla”. Sarebbe infatti scorretto che, ad esempio, in un tavolo si facesse soft play o si rallentasse volutamente il gioco. Ma entriamo un po’ di più nel dettaglio di questa fase assai adrenalinica.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
965 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Come giocare la fase hand for hand

La fase hand for hand viene avviata quando mancano uno o due giocatori prima che tutti vadano a premio. A questa se ne aggiunge un’altra, prima della composizione dei tavoli finali ufficiali. Questi sono i due scenari in cui la fase di stallo è vantaggiosa. Essere un po’ più sparagnini sicuramente può aiutare, se si è short e si vuole andare avanti in un torneo.

Basti pensare a cosa accade nei tornei di poker online, in cui fioccano i giocatori che in fase pre-bolla si mettono in sit out pur di non giocare. Ci sono addiritura quelli che si mangiano secondi di time bank pur di far passare del tempo e aspettare che qualcun altro venga eliminato. Nei tornei di poker live, però, la situazione è diversa.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Ci sono ovviamente giocatori che fanno parte della cosiddetta “altra parrocchia”. Ovvero quei players che sanno bene quale situazione si viene a creare durante la fase hand for hand e quindi optano per uno stile di gioco più aggressivo. Rubare qualche buio può diventare un esercizio molto semplice e anche redditizio in fasi del genere.

Al tempo stesso rischia di diventare un autogol mettersi in steal quasi in ogni mano. Resta però, sul medio-lungo periodo, una buona strategia da applicare, ovviamente, con mani che non siano spazzatura. E tu da che parte stai? Ti metti in difesa o aggredisci in fase pre-bolla?


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

I giocatori MTT sono più ferrati nel gioco short / mid stack, tra i 10 e i 50 bb circa, mentre la strategia cash game solitamente si riferisce sempre a stack effettivi 100x, lo scenario più diffuso. Ma quando qualcuno raddoppia, triplica, vince qualche posta... come...

leggi tutto
Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Lex Veldhuis svela i 5 vantaggi quotidiani nel poker

Se vuoi riuscire a migliorare e mantenere alte le tue performance nel poker - sia live che online - ci sono sempre degli accorgimenti da apportare. Non si tratta solo di cose da migliorare nel tuo stile di gioco, ma anche una gestione migliorare della tua routine...

leggi tutto
Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Il ritorno del chek-raise secondo Daniel Negreanu

Nel giorno stesso in cui abbiamo parlato dell'exploit di Fedor Holz, Daniel Negreanu si unisce al coro parlando del check-raise che sta vivendo una rinascita. E come se non fosse abbastanza, spiega anche come contrastarlo... dobbiamo già buttare via i consigli del...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?