Il trapping di Iadisernia non funziona, e Little lo manda a casa

Mar 4, 2023

Come pensare in termini di range - una guida di Jonathan Little

Oggi analizzeremo una hand direttamente dalle PokerStars Caribbean Adventure 2023. L’evento No Limit Hold ‘Em da 10,300$ di buy-in, ha visto trionfare i due portoghesi Michel Dattani e Pedro Neves. Qualche risultato anche per l’Italia, grazie ad Alessandro Siena e Mustapha Kanit che hanno concluso rispettivamente al 41esimo ed al 66esimo posto.

Vediamo cos’è successo tra il conosciutissimo Jonathan Little (leggi questi consigli sui pocket aces) ed il venezuelano di origini italiane Giuseppe Iadisernia.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

La mano

Situazione: Quindici giocatori rimasti. Blinds di 15K30K con un BB Ante di 30K.

Preflop: Tutti foldano, rimangono in gioco Little e IadiserniaJonathan Little effettua un raise a 60K da UTG con la pair 77, e Giuseppe Iadisernia con la monster hand KK chiama tranquillamente.

Flop: 642Bet di Little a 75K, seguito dal rilancio del suo avversario a 250K. Segue la 3-bet dell’americano a 600K, e la street si conclude con lo shove del venezuelano a 820K, chiamata prontamente dall’oppo.

Turn: 7

River: Q

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Breve analisi della mano

Era proprio Giuseppe Iadisernia lo short stack al main table, con 15 players rimasti nel main event PCA. Nonostante avesse ancora quasi 30 big blinds con cui giocare, ha preferito optare per un approccio aggressivo con la monster hand preflop di pocket kings. Little aveva aperto con la sua coppia di 7, e i che sono diventati overpair quando il flop è sceso con carte inferiori al 6. La mano sarebbe potuta andare diversamente se Iadisernia avesse fatto una three-bet preflop invece di cercare il trapping, invece Little ha fatto una continuation bet e poi una 3-bet committed contro il raise del suo avversario. Prima della distribuzione del turn, Little che aveva solo il 12% di equity. Proprio per questo, sebbene l’approccio di Iadesernia abbia funzionato bene (o almeno prima che cadesse il fatidico sette), aumenta le possibilità di permettere a mani peggiori di recuperare. Iadisernia ha quindi concluso al 15esimo posto, guadagnando 78.200$ per il suo ottimo risultato. Little si è classificato nono per 139.900$. Dopo questa grande impresa, ha guadagnato più di 7,7 milioni di dollari nei tornei in tutta la sua vita.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?