Le AI uccideranno il poker? Phil Galfond sulle intelligenze artificiali

Mar 31, 2023

phil galfond errori poker

Phil Galfond continua la sua carriera da youtuber fornendo sempre contenuti interessanti e anche attuali, come questa volta in cui parla dell’intelligenza artificiale.

Le AI sono decisamente l’argomento di punta del momento, ma nel mondo del poker la tecnologia (oltre ad aiutare tantissimo) è da un po’ di tempo che in realtà preoccupa.

Tra bot, RTA e altri comportamenti illeciti ai tavoli online (e anche live!) si teme che il poker possa diventare ingestibile da qui a breve. Ecco il parere di Galfond.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

GTO, Bot, RTA

Per introdurre il concetto, Galfond spiega cosa sia la GTO:

La GTO (Game Theory Optimal) è una strategia che non può essere sconfitta nemmeno se il tuo avversario conosce la strategia che stai usando.

Phil Galfond

Poi continua spiegando che cosa siano bot e RTA (Real Time Assistant).

Un bot è un programma che riceve input da un tavolo di poker online leggendo tutte le carte e le mosse, ed esegue una strategia. A tutti gli effetti gioca al posto di un umano.

Le RTA sono una combinazione di un poker bot e un umano. C’è un essere umano seduto al pc che gioca a poker, ma c’è un bot che vede tutto e fa comparire sul monitor la risposta corretta.

I bot sono in circolazione da ben prima dei solver, e sono programmati “a mano”. Viene impostata una strategia pre flop, azioni post flop dipendenti da cosa fanno gli avversari eccetera.

Ora con gli ultimi sviluppi in termini di AI, se queste vengono accostate a un bot, si crea un bot che riesce effettivamente a battere gli umani.

Con le RTA il comportamento ai tavoli è quello di un umano, perché è lui che clicca, può scrivere in chat e anche decidere di non seguire i consigli del bot. Se sei un poker player avanzato potresti averne bisogno.

C’è un’altra forma di RTA, chiamiamola “manuale”, in cui hai una serie di simulazioni già risolte e durante una mano apri la simulazione corrispondente per vedere quale sia la strategia.

I solver non rovinano il poker

I solver hanno migliorato di molto la qualità del gioco dei pokeristi. Ma software di questo tipo non sono nuovi.

Nel 2005 usavo un programma per i Sit&Go in cui inserivi tutti gli stack e un range stimato di call per ogni giocatore, e il programma ti segnalava quali mani fossero profittevoli da pushare.

Grazie a quel programma ho capito bene quali fattori influissero nelle scelte, e imparare queste cose era utilissimo in situazioni come le WSOP dove il field era più impreparato.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Inoltre sono in circolazione da tempo i tracker, software per ICM, calcolatori di poker come CardRunnersEV, una specie di solver dove impostavi i nodi dell’albero decisionale manualmente.

La cosa più importante da capire di un solver, è che le sue strategie non possono essere memorizzate. Ci sono troppe combinazioni di carte e azioni, non c’è modo nemmeno di studiarle tutte.

Bot e RTA sono un rischio?

I bot sono un rischio di gran lunga inferiore rispetto alle RTA, perché esprimono un comportamento molto più facile da notare per un sito di poker.

Non solo per il modo in cui muovono o non muovono il mouse, il timing, eccetera, ma anche perché ogni bot solitamente presenterà più account, che saranno individuabili in quanto giocano tutti alla stessa maniera.

Per finire, ognuno di questi account avrà bisogno di nome, cognome, identità e dati bancari. Solitamente sono queste le cose che li smascherano.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Per questo è importante giocare su siti regolari invece che illeciti, perché hanno dei controlli più stringenti semplicemente per il motivo che i metodi di pagamento sono più rigidi, a differenza di un sito che per esempio si fa pagare in bitcoin o non chiede il documento.

La ragione per cui le RTA sono più difficili da individuare è che l’essere umano può non rispettare la decisione del bot, e quindi deviare da una strategia, e di conseguenza avere delle stat “uniche” che lo differenziano dagli altri.

Come si individua un account malevolo

Oggi e sicuramente in futuro, i siti di poker utilizzano AI per trovare le AI “malevole”. Consideriamo che gli account vincenti siano molti meno di quelli perdenti, e così il cerchio per indagare su quelli che imbrogliano si restringe molto.

Paragonando i diversi account vincenti e le loro stat, diventa abbastanza semplice individuare i cheater. Inoltre si dice che alcune room possano fare screenshot del tuo schermo e vedere i processi attivi e i software installati nel tuo pc.

Il sistema di prevenzione migliore e che penso avrà più longevità è l’AI che individua le AI.

I bot sono un problema certamente, ma è molto inferiore rispetto a quanto si pensa, e spesso vengono individuati. Una prova è che ci siano tanti giocatori vincenti onesti in circolazione, che in una room popolata da bot non avrebbero speranza.

Inoltre sono abbastanza ottimista per il futuro, non credo che i bot miglioreranno molto più di quanto siano oggi.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?