Justin Bonomo e il più grande bluff-catch della storia delle WSOP

Nov 13, 2021

michael addamo justin bonomo

Abbiamo sempre visto i migliori giocatori del mondo all’opera, soprattutto in palcoscenici un po’ più “elitari” in cui poter sfoderare le proprie armi contro grandi campioni. Ma l’edizione attualmente in corso delle World Series of Poker ha consentito a questi grandi players di mettersi alla prova contro i cosiddetti amatori. Specialmente in un anno in cui la voglia di tornare a giocare era fortissima.

Tra i grandi esponenti degli eventi High Roller c’è senza dubbio Michael Addamo. Stiamo parlando di un giocatore che ha rotto il field degli eventi più ricchi in circolazione, in particolare la Poker Masters che si è disputata nel mese di settembre. Il player australiano si è fiondato sui tornei più importanti ma non sembra esserne uscito bene. Anche perchè ha incontrato sulla sua strada Justin Bonomo.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
20%
Rakeback
30%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La rivalità tra il player Aussie e lo statunitense è proseguita anche al Rio, come stiamo per vedere in questa mano mozzafiato.

Justin Bonomo gioca a fare lo sceriffo

Situazione: torneo high roller livelli 60.000/12.000 big blind ante 120.000

Preflop: Addamo rilancia a 480.000 in blind war con 9♠2♣, Justin Bonomo decide di fare call con K♠10♥ giocando il colpo in posizione. Il pot sale a quota 1.080.000 chip.

Flop: J♣3♥10♦ – L’australiano decide di lasciare la parola all’avversario, ma Bonomo non si fida e checka dietro. Il pot resta dunque invariato.

Turn: Q♣ – Addamo si prende qualche secondo per prendere una decisione e mette 1.160.000 chip al centro. A sua volta Bonomo vuole pensarci un attimo prima di andare al call. Il pot sale dunque a quota 3.400.000 chip.

River: J♥ – Ancora una volta Addamo si prende qualche secondo per decidere, poi punta 3.400.000 mettendo ai resti il suo avversario. Il thinking process di Bonomo dura quasi cinque minuti prima di arrivare a un call sofferto ma efficace.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Un colpo giocato ai massimi livelli da entrambi i giocatori. A cominciare da Addamo, che come di consueto riesce a mettere sempre grande pressione ai suoi avversari, dal più forte a quello amatoriale.

E poi c’è Bonomo, il cui slow-play al flop trova un cambio di marcia con il call al turn che arriva più per le outs a disposizione che per il reale valore della sua terza coppia. Il call al river è probabilmente frutto del fatto che l’americano sa che l’australiano deve per forza mettere ai resti l’opponent per provare a vincere il colpo. Il bluff-catch di Justin è STRE-PI-TO-SO.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

Siamo a No Gamble No Future di PokerGO, e arriva una mano davvero particolare: da un "semplice" SRP 5-way, scende un flop che dona a tre persone un punto quasi infoldabile. Difficile giudicare la mano da comuni mortali... quindi arriva l'autorità di Phil Galfond a...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?