Maria Ho e Michal Mrakes – Mano complicata o errori di calcolo?

Nov 23, 2022

maria ho wsope

Il Main Event WSOPE di Rozvadov, giocato da players di altissimo calibro, ha regalato mani degne di nota e utili per capire il thinking process dei migliori. Leggi quest’epico fold da parte di Shaun Deeb.

In questo articolo:

Mentre il Day 3 si avviava verso le ultime fasi, Maria Ho e Michal Mrakes sono stati protagonisti di una mano abbastanza singolare.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La mano

Situazione: Blinds 4K/8K BBAnte 1K.

Preflop: Mrakes (chipleader 1M) rilancia a 18K da MP con A4♣, Maria Ho chiama da SB (350K) con 7♣7. Tutti foldano, heads-up.

Flop: 32♠5  – C-bet di Mrakes con 14K, call da parte di Ho.

Turn: 7♠ – Bet da 36K di Ho, Mrakes fa raise a 108K ricevendo un’altra call.

River: 8♠  – Check di entrambi sul river permettendo al player ceco di portarsi il piatto con una scala.

 

Analisi della mano

Mrakes sceglie di aprire con una mano piuttosto debole, essendo chip leader. Con circa 45 big blind, numero non eccessivo, Ho sceglie di continuare questa mano complicata chiamando con i sette. Cosa avrebbe dovuto fare? Dovrebbe davvero foldare i sette in un range di apertura palesemente di vantaggio? Chiamare è la scelta migliore.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Anche postflop la check-call con overpair di Ho si dimostra la cosa giusta da fare.

Al turn l’unico modo per ottenere più soldi nel piatto è chiamare e sperare di indurre un bluff sul river. Ho infatti, credendo probabilmente di avere il nuts, deve decidere se puntare subito (magari in shove) per concludere o vedere cosa succede al river. Effettua una bet che viene puntamente rilanciata da Mrakes.

Considerata la quantità di fiches di Ho, è difficile immaginare che non shovi al river se avesse chiuso un colore. Con uno stack poco più grande di 200.000 dollari e un piatto di circa 300.000 dollari, checkare il river significa lasciare che l’avversario veda uno showdown gratuito.

Mrakes deve aver tentennato un pochino, tankando, tenendo in considerazione la puntata del turn ed entrambe le carte uscite. Deve sicuramente aver pensato ad un A♠5♠ (colore runner runner) nelle mani dell’avversaria, esitando nell’ulteriore accumulo di valore per cercare nell’evenienza di perdere meno stack possibile.

Per sua fortuna, i suoi calcoli sono stati sbagliati e, grazie a un check collettivo, è riuscito a portarsi interamente il piatto.

 

Photo credit: Cardplayer


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come si ragiona in una mano High Stakes – Uri Peleg

Come si ragiona in una mano High Stakes – Uri Peleg

Di Uri Peleg abbiamo già parlato in passato. Si tratta di un player molto stimato per la sua comprensione della game theory, materia in cui eccelle in particolare per il cash game. E che gli ha permesso di perfezionare l'exploitative in un field quasi imbattibile....

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?