Tutto quello che devi sapere sullo scandalo Kabrhel in poche parole

Giu 23, 2023

martin kabrhel wsop

Si parla molto, in questi giorni, del presunto cheating di Martin Kabrhel all’evento più ricco delle WSOP, il $250.000 Super High Roller.

Una quantità di informazioni, aggiornamenti e novità da far girare la testa, e per chiarire ogni dubbio abbiamo deciso di creare un riassunto più veloce e dettagliato possibile, dall’inizio alla fine.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

L’accusa di Andrew Robl e la risposta della community

Il polverone è iniziato a poche ore dalla fine del torneo, con un tweet di Andrew Robl che senza peli sulla lingua dice ciò che molti pensano, ovvero che Martin Kabrhel sia un baro: “Gli ho visto segnare le carte in tutti i tornei in cui l’ho visto al tavolo

Dan Smith, eliminato dal torneo proprio da Kabrhel, sottintende nell’intervista post eliminazione che la possibilità ci sia, e dello stesso avviso sono Max Silver, Brian Rast e Phil Hellmuth. Nessuno prende una posizione netta, ma su Twitter ormai sono ondate di accuse.

Alcuni fanno notare come i primi sospetti derivino già dalle WSOPE Rozvadov.

L’analisi delle mosse sospette

Tutta la community guarda e riguarda il video di Martin, trovando numerosi movimenti poco chiari:

  • Kabrhel preme le dita sulle carte per piegarle
  • Preme un’unghia contro una carta prima di foldare
  • Si alza (contro le regole) durante ogni mano fissando le hole cards avversarie
  • A volte gli si appiccicano le carte alle dita
  • Si pulisce spesso palmi e dita delle mani su tavolo e felpa
  • Arriva alla 4-bet con KQ su 8-8-5 contro AT di Martirosyan, facendolo foldare

Al tavolo è stata introdotta una regola solo a causa Kabrhel, che dice che non ci si può alzare durante una mano.

Nessuna di quelle move è una prova

Gianfranco Preverino, esperto di tecniche dei bari, ha rivelato che alcuni movimenti possono essere ricondotti a qualche imbroglio, ma non è sufficiente a incolpare qualcuno.

Presumibilmente l’unica move effettiva poteva essere il colpo d’unghia, ma potrebbe essere involontario.

Nel mentre, le WSOP dicono che i loro sistemi di monitoraggio non si discutono, e che vista la pressione hanno avviato un controllo più specifico. Ad oggi, nessuna evidenza. Voci di corridoio dicono che siano in possesso solo dell’ultimo mazzo usato.

Kabrhel si difende e denuncia

Martin Kabrhel scende in campo difendendosi dalle accuse, prima con un tweet dove minaccia azioni legali e spiega che essere messo alla gogna senza prove sia terribile, e poi nei podcast di Joey Ingram e Doug Polk dove scende nel dettaglio, ricordando che non ha nulla da nascondere.

A suo dire, tic nervosi e movimenti bizzarri, e atteggiamenti non piacevoli, sono da ricondurre a una sorta di autismo. È consapevole di non essere la persona più piacevole al tavolo, ma non ha imbrogliato e non deve essere accusato pubblicamente.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Le carte si appiccicano per la sudorazione, i movimenti di mano causati dallo stress, l’alzarsi in piedi per contare le chips di maggior valore e la mano sospetta una strategia alternativa.

Mai nella sua vita è stato definito cheater né è stato bannato prima, anche se spesso è stato chiamato il floorman per i suoi eccessi verbali.

Verrà poi dichiarata pubblicamente un’azione legale intrapresa contro Robl, Dan Smith, Justin Bonomo, Chance Kornuth e PokerGO. Nella lettera viene specificato che Kabrhel non è un cheater.

Martin Kabrhel sgradito, forse approfitta della condizione

Molti non accusano direttamente cheating, ma pensano che dovrebbe comunque essere bannato, o quanto meno sottolineano il comportamento non apprezzabile.

Il primo fu Negreanu molti anni fa, poi a Rozvadov Kabrhel durante un final table attirò abbastanza antipatie, e oggi la notizia si è espansa in tutto il mondo.

Bonomo sostiene che dovrebbe essere bannato anche solo per il fatto che crei un ambiente dove non ci si sente sicuri, e che gli high stakes possono esistere solo se i giocatori si sentono a proprio agio.

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Secondo Chance Kornuth, Martin è consapevole della propria “fama da baro”, e userebbe questa cosa a suo vantaggio (per questo motivo si alza in piedi per mettere pressione).

Gli avversari potrebbero foldare di più o sentirsi a disagio, e Kabrhel sarebbe cosciente di questo, e di conseguenza vorrebbe apparire come il baro del tavolo.

A fine tweet, segnala che violazioni di etichetta sono sanzionate dalle WSOP, e in queste rientrano il rallentamento del gioco e altri comportamenti adottati da Martin.

 

 

 

 

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?