Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Giu 13, 2024

joanathan little credits wpt

Tra le tante definizioni che possiamo dare del poker, c’è anche quella di ‘gioco dei cooler‘.

In questo articolo:

Gli incroci infoldabili di carte premium sono infatti parte integrante del Texas Hold’Em.

Ma come sopravvivere quando ci si ritrova dalla parte sbagliata del cooler?

Sulle colonne del portale Cardplayer il coach statunitense Jonathan Little ha dato alcune indicazioni utili esaminando una mano giocata da lui stesso al day 2 di un torneo da 1.500$ di buy-in.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Preflop

Su bui 500-1.000. Little apre 2.400 con uno stack di 200k da utg. In mano ha KK. Un giocatore su lojack, di cui Little ha immagine ‘in qualche modo tight, un giocatore straightforward che non sembra uscire tanto dalle linee’, ci pensa un po’ e poi tribetta a 6.300 con uno stack di 130.000. Little chiama.

Ho imparato dal capitolo del mio libro scritto da Zach Elwood che quando qualcuno pensa a lungo e poi dà azione in un modo un po’ bizzarro, solitamente ha un range assurdamente forte. Ovviamente coppia di re è una mano di estremo valore ma ho deciso di chiamare nel caso in cui mi fossi trovato ad affrontare una coppia di assi.

 

Flop

Scende un flop 1074 Little check, oppo checka dietro.

A questo punto posso dare per buono che il suo range sia su AK-AQ e altre mani senza coppie. Potrebbe avere una overpair ma credo che avrebbe c-bettato per valore. Potrebbe avere anche set con una coppia di dieci o di sette in mano, ma sono davvero poche combinazioni e inoltre credo che con set avrebbe valuebettato. Altre mani con cui potrebbe aver checkato dietro sono AT, JT e 99, ma non credo che avrebbe tribettato preflop con queste combo.

 

Il turn

Turn 8 Little leada 6.500 su pot di 14.900, oppo rilancia velocemente a 20.000, Little chiama.

A questo punto non sono sicuro del range del mio avversario, ma il suo raise potrebbe essere visto anche come il tentativo di ‘comprare’ uno showdown al river con una mano come JJ o AT. Penso anche che potrebbe aver interpretato come debole la mia small bet al turn, ma ovviamente non è questo il caso perché avrei dimensionato la bet alla stessa maniera con tutte le mani che volevo bettare. In base a tutte queste considerazioni decido di chiamare. Un contro rilancio in questo caso non avrebbe alcun vantaggio perché se mi trovo contro AA o un set voglio solo minimizzare le perdite.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
1000 €
508 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Il river

River 3 Little check, oppo checka dietro e con orgoglio spiattella sul tavolo la sua coppia di assi, dopo aver visto quella di re in mano a Little.

Se il mio avversario avesse puntato al river invece di checkare avrei chiamato di sicuro perché ero consapevole che la mia small bet al turnavrebbe potuto indurlo a bluffare o ad overvaluare una mano più debole della mia. Nei tornei in cui ci sono tanti player ricreazionali vedrai che la maggior parte delle tue vincite arrivano grazie agli errori degli avversari, non alle tue grandi giocate. Mentre io in questa mano ho minimizzato le perdite limitandomi a chiamare la tribet preflop dell’avversario, lui ha fatto un grande errore evitando di puntare su tutte e tre le strade. Specialmente nei main events pieni di giocatori ricreazionali, è importante minimizzare le perdite nelle situazioni di cooler, in modo da dare all’avversario la possibilità di fare errori ancora più grandi contro di te in futuro.

 

Photo courtesy WPT

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Una delle mosse più aggressive, forti e divertenti del poker, ma come tutto bisogna avere accortezza del come e quando. Di cosa stiamo parlando? Del check-raise, ovviamente, mossa che spaventa i più timorosi e ingolosisce troppo i più aggressivi. Jonathan Little ci...

leggi tutto
Come giocare sui monotone board? Tira il freno…

Come giocare sui monotone board? Tira il freno…

Dara O'Kearney è uno dei più prolifici e stimati teorici del poker del momento, autore di numerosi libri di poker specializzati in diversi argomenti e frutto di approfondite e puntigliose ricerche. In un articolo pubblicato su pokerstrategy.com, Dara da un'occhiata ai...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?