Tre statistiche del poker che vanno bene anche se in negativo

Set 15, 2021

equity

Un po’ per la mera vincita economica, un po’ per la gratificazione di essere bravi, vedere le proprie statistiche tutte in verde sul software di tracking è una soddisfazione senza prezzo.

Poi però notare la pecora nera (o peggio, l’ennesima stat che segnala una perdita) può al contrario abbatterci non poco. Beh, sappiate che non tutte le statistiche sono fatte per essere portate in positivo! 

Anzi, in certi casi avere una stat in guadagno potrebbe addirittura nascondere un errore, magari andando ad intaccare altre vincite portando in realtà il profitto totale ad essere più basso… In questo articolo facciamo tre semplici esempi di statistiche che possono non preoccupare anche quando stiamo perdendo dei soldi.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Winrate da Small Blind e da Big Blind

Se non esistessero i blinds potremmo giocare solo AA da BTN, e nel peggiore dei casi faremmo break even nel lungo termine. Ma esistono, e costano soldi.

Da quelle due malefiche posizioni metteremo chips nel piatto senza nemmeno scegliere la nostra mano, che in una buona percentuale dei casi sarà una trash hand, inoltre saremo fuori posizione cosa che rende il tutto ancora più difficile.

È possibile anche se raro avere bb/100 positivi da SB e BB, ma nella maggior parte dei casi non sarà così, e fintanto che perderemo meno di 50bb/100 da Small Blind e 100bb/100 da Big Blind, allora staremo già facendo un lavoro migliore rispetto a foldare tutto il tempo.

Certo, perdere 95bb/100 da BB non è una buona cosa, e se siamo giocatori perdenti overall (by position) il gioco dai bui potrebbe essere quello su cui concentrarsi, ma non fatevi paranoie se perdete 35bb/100.

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
365€
Bonus
20€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La linea rossa (Non showdown)

Negli anni che furono era un orgoglio avere la rossa in impennata, simbolo di durezza e di bullismo ai tavoli.

Quello che importa davvero però è la verde, quella delle vincite totali, e se guadagniamo allo showdown o portando al fold gli avversari importa poco, fintanto che vinciamo.

Soprattutto a certi livelli e contro certi field (che usano size enormi, o puntano solo per valore, o non foldano mai) sarà naturale avere la non showdown che si rivolge verso il basso, non facciamone un dramma.

 

Winrate “facing 3-bet”

Non siamo sicuri di 4-bettare o chiamare con la frequenza giusta alle 3-bet, e decidiamo di filtrare tutte le mani dove qualcuno ha re-raisato contro di noi. Scenario da panico, grafico delle vincite in picchiata. 

Entro certi limiti è assolutamente normale, poiché il range di 3-bet dell’avversario sarà quasi sempre più stretto e quindi più forte del nostro range di apertura. Non foldare abbastanza sarebbe un errore, e se perdiamo meno di 300bb/100 (considerando size di apertura 3x) allora non stiamo giocando in maniera troppo sbagliata.

Attenzione soltanto a quanto vinciamo da RFI: se questa stat è troppo bassa, allora il “facing 3-bet” potrebbe nascondere un errore, e dovremo migliorare il nostro approccio ai re-raise altrui.

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Photo credits: IPO – Italian Poker Open

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I rischi del board coverage: non seguire sempre le chart

I rischi del board coverage: non seguire sempre le chart

Il board coverage è un importante concetto nella teoria del poker moderno: essenzialmente, prevede di avere sempre a disposizione nel range alcune mani meno forti in senso assoluto, ma che possono migliorare la forza del nostro range in generale su determinati board....

leggi tutto
Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Quando e come fare un check-raise | Jonathan Little

Una delle mosse più aggressive, forti e divertenti del poker, ma come tutto bisogna avere accortezza del come e quando. Di cosa stiamo parlando? Del check-raise, ovviamente, mossa che spaventa i più timorosi e ingolosisce troppo i più aggressivi. Jonathan Little ci...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?