L’analisi di Pads: coppia di dieci 3 left con payout mostruoso vs il chipleader, dopo il fold dell’avversario con un buio

Ott 12, 2023

patrick leonard analisi spot tre left

Caso mai vi fosse venuto qualche dubbio, Patrick Leonard non è solamente capace di incastrare scale reali: il professionista inglese è anche un coach sopraffino in grado di analizzare in modo approfondito situazioni di gioco che fanno venire ben più di un mal di testa.

‘Pads’ ne ha dato prova su X dove ha postato un video per analizzare uno spot davvero complicato capitato al 3 left del grande Main Event giocato i giorni scorsi su GGpoker.

 

Una situazione da emicrania

Come detto il torneo è a tre left. Il payout è di quelli da vertigine visto che tra terza e seconda posizione balla uno scalino di mezzo milione di dollari.

Posizione Premio
1 $2,783,432
2 $2,059,058
3 $1,524.214

Per hero la situazione è parecchio scomoda perché con uno stack di 16bb spilla coppia di dieci dopo che l’avversario su bottone, che ha un misero bb di stack, ha foldato. A rendere la situazione un rompicapo c’è il fatto che il monstre-chipleader del torneo che gioca da big blind ha uno stile parecchio allegro.

Posizione Chips Stack in bb
Bottone 3,871,440 <1
Small Blind (HERO) 64,744,120 16
Big blind 283,071,938 73

Quale è la migliore opzione possibile per small blind: openfoldare per “sciacallare”? Limpare e vedere cosa succede? Rilanciare, o andare direttamente all-in?

Via X Leonard ha girato la domanda ai suoi follower. Dopo che sono arrivate un po’ di risposte ha pubblicato un video con la sua soluzione allo spot.

 

I range GTO

Dando la mano in pasto ai Solver, Leonard ha ottenuto il seguente range di push di small blind secondo la teoria del gioco ottimale:

A questo range di push dovrebbe corrispondere il seguente range di call del chipleader ‘GirafGanger’:

 

I range aggiustati

In realtà secondo Leonard vista la situazione degli stack e il suo atteggiamento, il chipleader ‘GirafGanger’ è disposto a chiamare più largo. ‘Pads’ stima questo suo range di call:

E come ben dovremmo sapere, per la legge degli ‘adjustmens’ nel poker, se il chipleader allarga il suo range di call, di conseguenza anche il range di push di small blind che mira all’atteso positivo ne esce modificato.

Secondo la simulazione di Leonard, davanti a quel range di call di big blind, il corretto range di push di small blind diventa il seguente:

Come si vede confrontando le due immagini, il range di small blind, una volta aggiustato sul range di big blind che devia dalla GTO, diventa di quattro punti percentuali più stretto rispetto a quello del gioco ottimale passando dal 10% al 6%. In questo 4% rientra la coppia di dieci che diventa un fold nella maggior parte dei casi.

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Come cambia il valore dello stack di small blind nei diversi scenari

Nel video Leonard mostra un altro punto molto interessante ai fini della analisi, ossia il valore dello stack di small blind nel caso in cui openfoldi, e quello nel caso in cui riesca a trovare il raddoppio.

Nel momento in cui deve decidere cosa fare con la sua coppia di dieci, in base a chips e payout lo stack di small blind vale centomila dollari in più della seconda posizione:

Ma qualora dovesse raddoppiare, il suo stack aumenterebbe di valore di meno di duecentomila dollari.

Qualora invece dovesse pushare ed essere eliminato, perderebbe una EV di seicentomila dollari data dalla differenza tra il valore dello stack al momento del push e la moneta del terzo posto. Lo independent chip model non mente.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Altre considerazioni

Pads aggiunge quindi altre considerazioni alla sua analisi:

1 – Il vincitore del Main Event ha un botto di EV extra per il primo posto, più di 200k di sicuro.

2 – GG potrebbe riggare la gira visto che Giraf sta streammando, quindi andare all-in potrebbe essere pericoloso (sto scherzando, relax!)

3 – Possiamo limpare il bottone la mano successiva e provare a giocare in due contro uno per lo scalino di premio.

 

Conclusioni

Secondo Leonard, l’unica action veramente da evitare da parte di small blind è il limp. Con coppia di dieci è push o fold. Ma da quanto ha snocciolato sembra chiaro che il professionista inglese preferisca il fold.

Fold che è poi la action che ha intavolato small blind nel torneo. La mano immediatamente successiva lo short ha trovato l’eliminazione su big blind. Il testa a testa è durato poche mani ed è stato deciso da un coinflip 66>AQ che ha dato la vittoria a ‘GirafGanger’.

 

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come si ragiona in una mano High Stakes – Uri Peleg

Come si ragiona in una mano High Stakes – Uri Peleg

Di Uri Peleg abbiamo già parlato in passato. Si tratta di un player molto stimato per la sua comprensione della game theory, materia in cui eccelle in particolare per il cash game. E che gli ha permesso di perfezionare l'exploitative in un field quasi imbattibile....

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?