Come giocare flush draw nut – i consigli della scuola di Doug Polk

Nov 2, 2022

a5s asso cinque suited

Quando apri un AK dimmi che non ti luccicano gli occhi vedendo due cuori sul board! Il flush draw nut è una delle gioie del poker, ma come insegnano tutti i giocatori vecchia scuola “non è un punto”, e bisogna sapere come giocare. 

Upswing poker, la scuola fondata da Doug Polk, risponde a grandi linee a questo quesito con l’ultimo articolo del suo blog.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Se sei il caller preflop

In position

Se sei in posizione hai un immenso vantaggio. Puoi agire con più informazioni rispetto agli altri giocatori, e puoi dire l’ultima parola sulla size del pot.

Questi vantaggi aiutano molto con la realizzazione dell’equity, nel caso specifico se missi il draw puoi checkare back e potenzialmente battere un missed del tuo avversario.

Per questo motivo in posizione ci sono più incentivi nel limitarsi al call con un nut flush draw piuttosto che rilanciare. Ovviamente questo non significa che non ci siano situazioni dove il raise sia conveniente, ma tipicamente il miglior approccio è in direzione del call.

Out of position

Fuori posizione è tutto differente. Non hai l’opzione di checkare e avere la certezza di vedere una carta o andare allo showdown, quindi gli avversari possono bluffare e farti foldare una buona percentuale di volte.

Ecco perché fuori posizione hai più incentivi a check-raisare i flush draw nut rispetto a quando sei IP.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
508 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Se sei l’aggressor

In position

Torniamo a pensare alla situazione in position, questa volta come aggressore preflop. Se sei l’aggressor avrai praticamente sempre un buon range advantage al flop.

Più è alto il range advantage, più è raccomandato giocare aggressivamente. In pratica, avendo più mani di valore del tuo avversario, potrai giocare più aggressivamente tutto il tuo range. Sulla maggior parte dei flop dovresti bettare sempre quando hai flush draw nut in posizione.

Puoi tirare un po’ il freno su flop coordinati che hittano meglio il range del caller, come un 7-6-4. La strategia ottimale per l’aggressore preflop qui si fa più passiva, con molti check che includono alcuni progetti di colore nut.

Avendo comunque alcune mani di valore che vogliono puntare, bisogna bilanciare il range di bet con alcuni semi-bluff, in cui i progetti nut rientrano perfettamente.

Puoi adottare una mixed strategy rendendo casuale la tua scelta, oppure puntare con kicker bassi e checkare con kicker alti. Il motivo è che con kicker bassi non blockeri i flush draw del tuo avversario (per esempio con A♠10♠ blockeri tutte le 10♠X♠, ma con A♠2♠ blockeri pochissimi draw avversari).

Out of position

Se sei l’aggressor e ti trovi OOP, devi considerare bene il range avversario, che solitamente include pocket pair medie e basse, carte alte suited, e qualche buona mano off suited.

Poi devi considerare come questo range hitta il board, per esempio 9♠8♠3♣ hitta meglio il range di oppo, K♠Q♠3 avvantaggia te, A♣93♣ sta nel mezzo.

Su board che hittano il range avversario vorrai giocare sulla difensiva e checkare spesso, se il board avvantaggia il tuo range potrai puntare di più, mentre su board di parità puoi tornare al capitolo precedente e scegliere tra mixed strategy o puntare in base al kicker.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Jonathan Little: “Ecco quando iniziare a bluffare”

Uno degli errori più frequenti commessi dai giocatori amatoriali è quello di puntare solo con una mano forte. A loro parere, come sottolinea Jonathan Little in un articolo su CardPlayer, l'unico modo per vincere è aspettare una premium hand e mettere le chips al...

leggi tutto
BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

BB ante e BTN ante: cosa cambia e come funzionano?

Nel poker live, oggi, BB ante e BTN ante sono le modalità più diffuse, al punto che praticamente le ante normali non si vedono più. Ma come funzionano e cosa cambia quando a pagare le ante sono il Big Blind o il Bottone?     Cosa è il BB Ante...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?