L’importanza della difesa del BB

Dic 3, 2021

difesa del bb big blind poker importanza nave da crociera

Per vincere a poker (nello specifico in questo articolo parliamo di Cash Game 6-Max) imparare a difendere correttamente il proprio Big Blind è fondamentale.

Può sembrare di no, in fondo un solo BB perso ogni sei mani non è così tanto, ma nel lungo termine si rivela essere una delle prime cose su cui focalizzare il nostro studio.

Dopo averci spiegato come gestire il bankroll, il coach Grinderlab Nicola dedica il terzo episodio della serie Crushing Micro proprio alla difesa del BB.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Per prima cosa presenta delle colonne di dati raccolti sui giocatori del field NL50, presi da Poker Tracker 4 e filtrati sulla BB defense opportunity, in italiano “opportunità di difendere il Big Blind”, quindi le volte in cui il giocatore si è trovato da BB a dover rispondere a un tentativo di steal.

Una delle prime cose importanti da appuntarsi è il valore corretto di bb/100 che ci si aspetta da trovare da un buon giocatore in questa situazione:

“Io ho circa -45bb/100, ci sarà sicuramente qualcuno più bravo di me con un winrate più alto, ma nella mia esperienza ho visto circa questo valore come massimale.” 

Considerate che da BB foldando sempre avremmo un winrate di -100bb/100, quindi è normale vedere anche i migliori giocatori al mondo perdere da questa posizione. 

Secondariamente Nicola focalizza l’attenzione sulle statistiche più comuni, ovvero VPIP e PFR, in quanto indicano lo stile di difesa del giocatore in questione.

“Notiamo che i giocatori con il winrate più alto hanno un VPIP che più o meno si aggira attorno al 40%-45%. Questo però non basta a raccontare tutta la storia, perché anche giocatori con perdite estremamente negative possono avere valori simili, e c’è chi con un VPIP di 19 riesce ad avere valori simili. In media però non è una strategia che paga, stiamo giveuppando troppo spesso il big blind.

Andiamo a vedere anche come funziona la 3-bet: chi ha un winrate decente ha cifre che si aggirano tra gli 11 e i 13, mentre chi ha valori negativi ha sempre una 3-bet tra 8 e 9. 

Questi giocatori non stanno sfruttando una situazione estremamente profittevole, la 3-bet, con una parte di range importante, e questo sposta tanto. Ci sono mani che in 3-bet hanno un EV molto positivo, ma in call diventano marginali.”

 

Per proseguire la lezione guarda il video completo qui sotto!


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Il segreto per vincere? Giocare senza pensieri!

Il segreto per vincere? Giocare senza pensieri!

Giocare e vincere nel poker, che sia live oppure online, è un esercizio molto più complicato di quanto si possa pensare. A cercare di dare qualche consiglio in più è stato un giocatore di tutto rispetto come Jared Tendler. Con un articolo pubblicato sul sito di...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?