Il miglior trash talk di Charlie Carrel contro Leon Tsoukernik

Nov 12, 2021

charlie carrel leon tsoukernik trash talk

Nella sua deriva anti-GTO, Charlie Carrel non manca di mettere in gioco tutto l’arsenale tipico della vecchia scuola, incluso il trash talking.

E anche se il suo avversario di questa mano emblematica, Leon Tsoukernik, forse non può essere annoverato tra i migliori al mondo, di esperienza ne ha da vendere, anche con i top player della vecchia guardia.

Il fatto che Carrel sia riuscito a ottenere quello che voleva ha ancora più valore…

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
20%
Rakeback
30%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La mano

Situazione: Final Table di un $50.000 EPT a Praga, 5 left.

Preflop: Helppi apre da CO a 125.000, Leon Tsoukernik 3-betta a 325.000 con A9♠ e Charlie Carrel da BB sceglie di completare con 1010 e l’original raiser passa.

Flop: 8♠4Q♠ (830k) – Check di Carrel, Leon lo imita.

Turn: J♠ (830k) – Charlie punta 275.000 e Leon decide di chiamare.

River: K♠ (1.380k) – Carrel betta dicendo “con il rischio di sembrare stupido in TV, punto 650.000” e dopo un po’ di trash talk porta al fold il 3rd nut di Tsoukernik!

 

Il trash-talk

Charlie: “Quella è la faccia che volevo vedere signore e signori! Ecco la faccia di Leon senza straight flush”

Leon: “Senza straight flush.”

C: “Beh non è possibile che tu la abbia, ma…” dice Carrel guardando di nuovo le carte.

L: “Come può non essere possibile?” 

C: “Nessuna ragione, nessuna ragione.” 

L: “È possibile avere straight flush qui, quindi…” 

C: “Sì sì!” 

L: “Hai un 10♠, un A♠ o cosa vuoi dire?” 

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
500 €
965 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Il commento di Carrel

“Dopo la mia uscita su come non abbia scala colore, che è ovviamente una cosa ridicola, non credo possa avere mai scala colore, Leon mi risponde ‘Ah, senza straight flush’.

Qui è dove ho visto un’opportunità, una finestra verso il paradiso davanti a me. Ho deciso di dire qualcosa di cui vado molto fiero, ‘Non è possibile in effetti che tu abbia scala colore. Ma…’ e ho aspettato di essere interrotto

Poi ho fatto finta di essere agitato, come un ragazzino che si è reso conto di aver detto per sbaglio la sua mano. 

Questa è stata la colonna di tutto il dialogo, ho piantato il seme del dubbio nella sua testa. Poi ho dovuto solo coltivarlo”

Per la cronaca, lo scambio di battute prosegue con Carrel che chiede a Tsoukernik quali bluff potrebbe avere, proponendo QJ. Leon scuote la testa dicendo che deve avere per forza un asso, e l’ultima cosa che dice Carrel prima di portare al fold l’avversario è “Ho puntato al turn, ero abbastanza contento con la mia mano”.

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

I problemi di un 5-way high stakes: Spiega Phil Galfond

Siamo a No Gamble No Future di PokerGO, e arriva una mano davvero particolare: da un "semplice" SRP 5-way, scende un flop che dona a tre persone un punto quasi infoldabile. Difficile giudicare la mano da comuni mortali... quindi arriva l'autorità di Phil Galfond a...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?