Josh Arieh, il Player of the Year che ha dovuto… restituire una supercar

Dic 3, 2021

Josh Arieh poker hall of fame

Nell’ultima edizione delle World Series of Poker non si sono fatti di certo attendere i colpi di scena e i momenti interessanti da vivere da semplici spettatori. Così come i grandi protagonisti che hanno messo in scena tante mani clamorose e hanno trasformato un semplice torneo in storie fantastiche. Una di queste ha visto senza dubbio come assoluto protagonista il buon Josh Arieh.

Il fortissimo player americano è riuscito a coronare un inseguimento che è durato per tutti gli 88 tornei presenti nella schedule delle WSOP. Il suo obiettivo era quello di rimpinguare il suo monte braccialetti, e ci è riuscito addirittura con due titoli portati a casa. Un rendimento pazzesco che lo ha portato a vincere il titolo di Player of the Year, incassato tra gli applausi dei suoi rivali.

 

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
20%
Rakeback
30%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Ma come tutti i grandi campioni di poker, anche il buon Josh porta con sé alcuni episodi che, raccontati adesso, fanno molto ridere.

Josh Arieh e la Mustang restituita

Arieh è stato protagonista del noto podcast di Cracking Aces, uno dei più popolari nel mondo del poker dall’altra parte dell’oceano. Nel corso di questa intervista il nuovo titolare del titolo di POY delle WSOP ha tirato fuori una lunga serie di aneddoti. Uno di questi riguarda i giorni precedenti e quelli successivi al suo primo braccialetto vinto a Las Vegas.

Correva l’anno 1999. Arieh si schierò all’evento Limit Hold’em da 3.000 dollari di buy-in dopo una sessione tutt’altro che esaltante al cash game da 20/40 dollari. Josh racconta di avere ancora 8mila dollari con sé e che ne investì quasi metà per il torneo. Il risultato? Vittoria del titolo, braccialetto e oltre 200mila dollari di prima moneta. Un modo per esaudire un suo grande desiderio.

Sono salito in macchina con questa borsa piena di soldi, e come prima cosa all’arrivo ad Atlanta mi sono precipitato da un concessionario per comprarmi una macchina nuova. Il mio sogno era acquistare una Mustang Cobra

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Ma ogni grande giocatore di poker, pur essendo un vincente sul lungo periodo nella maggior parte dei casi, ha delle debolezze. Così non sono passati poi così tanti giorni, da quando Arieh è stato costretto a un clamoroso dietrofront:

Due settimane più tardi ero andato di nuovo lì per chiedere al concessionario quanti soldi mi avrebbe dato per la mia Mustang…

 

Pregi e difetti dei grandi campioni. Anche dei Player of the Year.


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Phil Ivey potrebbe essere il recordman di braccialetti WSOP?

Phil Ivey potrebbe essere il recordman di braccialetti WSOP?

Un articolo redatto da Barry Carter su pokerstrategy.com ha attirato la nostra attenzione e ci ha portati a riflettere: lodiamo sempre Phil Hellmuth per i suoi 17 (per poco 18) braccialetti WSOP... ma se solo Phil Ivey avesse avuto voglia, avrebbe potuto distruggere...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?