“Moneymaker effect? Forse più una coincidenza…”

Feb 27, 2024

chris moneymaker torneo main event wsop

Tutti conosciamo l’effetto Moneymaker, l’evento scatenante del boom del poker. La vittoria di un uomo qualunque gettato in un mare di professionisti, che mano dopo mano è riuscito, partendo da un satellite, a scalare il payout del Main Event WSOP 2003 e vincere 2,5 milioni di dollari.

Per Chris era il primo torneo di poker live, e un misto tra il premio altissimo e il fatto che Chris non fosse un giocatore professionista, rivelò al mondo che chiunque poteva trovarsi al posto suo. Chiunque poteva vincere milioni a poker.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
20 €
965 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

E così arrivò il boom, milioni di persone si appassionarono al gioco, i prizepool diventarono sempre più alti attraendo sempre più giocatori, il Texas Hold’Em era sempre più seguito sulle televisioni di tutto il mondo…

Ma è effettivamente così?

In un thread sul forum di poker per eccellenza, twoplustwo, una voce autorevole come quella di Mason Malmuth rivela che forse Chris Moneymaker non ha avuto tutto questo impatto sul nostro gioco. 

Il post in questione voleva eleggere la persona che ha avuto il più grande impatto nel poker. Uno dei nomi chiaramente era Moneymaker, ma il commento di Mason Malmuth ha subito messo le mani avanti.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Mason Malmuth, per chi non lo conoscesse, è un teorico storico del poker che ha contribuito enormemente a diffondere la cultura strategica del gioco. Proprietario della casa editrice Two Plus Two Publishing, autore di molti libri (alcuni in collaborazione con David Sklansky) che sono diventate pietre miliari per la teoria del poker, e fondatore dello stesso forum twoplustwo.

Malmuth ha lasciato parlare le vendite dei suoi libri come indice di interesse nei confronti del Texas Hold’Em, e le ha correlate agli avvenimenti più iconici del poker, scoprendo che Moneymaker non ha influito più di tanto.

“Dubito che sia Moneymaker. Avevamo già visto una gigantesca crescita nelle vendite dei libri prima che vincesse il Main Event nel 2003. Comunque, gli show televisivi WPT iniziarono alla fine di aprile dello stesso anno, quindi questo implicherebbe che Steve Lipsomb o Hendy Orenstein sono stati più importanti.”

Le vendite di libri invece hanno subito uno scossone l’anno successivo con la vittoria di Greg Raymer. Malmuth ricorda che quando vinse, Raymer finì sulla copertina di Cigar Aficionado Magazine, rivista che all’epoca vendeva moltissime copie, e questo può aver contribuito a diffonderne l’impresa.

Insomma, se la correlazione tra evento scatenante, vendite di libri e interesse nel poker è vera, Chris Moneymaker è stato solo la ciliegina sulla torta di un movimento già nascente e crescente. Forse la spintarella finale, l’accelerata che ci voleva.

Forse, addirittura, lo stesso Chris era uno di quelli venuti fuori dal vero boom del poker, di poco precedente, e privo di un evento così clamoroso come quello che abbiamo sempre pensato.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Il poker è 43,8% fortuna… “lo dice la scienza”

Il poker è 43,8% fortuna… “lo dice la scienza”

C'è sempre stato un dibattito sull'impatto di skill e fortuna nel poker Texas Hold'Em (e non solo), a partire dalla celebre frase di Phil Hellmuth "Il poker è 50% fortuna, 100% abilità".  Tra i poker player ormai è abbastanza conclamato che l'impatto della fortuna sia...

leggi tutto
Le pagelle di ‘Pads’ dei finalisti del Main Event WSOP

Le pagelle di ‘Pads’ dei finalisti del Main Event WSOP

Chiuso il tavolo finale del Main Event WSOP con la vittoria di Jonathan Tamayo, è tempo di bilanci. Stamani abbiamo visto quanto entrerà nelle casse del fisco statunitense per lo svolgimento del tavolo finale più atteso dell'annata pokeristica sul suo territorio....

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?