Hellmuth folda Top Pair, Negreanu era in bluff: l’analisi della mano

da | Apr 7, 2021 | Hand Review

Dopo le provocazioni verbali le due leggende del poker, Daniel Negreanu e Phil Hellmuth, sono scesi in campo per l’ennesima challenge Heads-Up.

Daniel è appena uscito dalla batosta contro Doug Polk, mentre Phil – lo conosciamo – si sente pronto a sfidare chiunque in qualunque scenario pokeristico.

Il campo di battaglia è l’High Stakes Duel, formato televisivo su Poker Go dove ci si scontra a un Sit&Go Heads-Up da $50.000 di buy-in. È importante sottolineare che Hellmuth è il campione in carica, con -peraltro- l’orgoglio di aver sconfitto senza problemi Antonio Esfandiari.

Daniel invece ha ultimamente approfondito molto il gioco HU grazie alla challenge contro Polk, ma le differenze tra cash game e S&G non sono affatto trascurabili.

Per l’appunto, Daniel è riuscito a mettere una gran pressione nella fase di gioco deepstack, portandosi addirittura ad un rapporto di chips 19:1… ma alla fine ne è uscito sconfitto.

Per la cronaca, come evidenzia Jonathan Little in un video su YouTube, Negreanu ha dichiarato di voler giocare tendenzialmente GTO ma di voler deviare per approfittare dei leak di Hellmuth, mentre “The Poker Brat”… ha detto di non voler nemmeno studiare e vincere con la sua magia bianca.

Il risultato è stato un match per lo più passivo, e Hellmuth è riuscito a trovare molti fold che l’hanno aiutato a restare a galla in scenari dove altri giocatori avrebbero bustato. Ottimo, visto il risultato.

Sempre con l’aiuto di Jonathan Little, andiamo ad approfondire una mano che estremizza questo concetto. Sì, lo spoileriamo subito, un fold sbagliato e che probabilmente nessun heads-uppista avrebbe mai fatto.

 

La mano

Situazione: Blinds 400/800, Daniel si trova da BTN/SB con uno stack di 55.000 mentre Phil ha 45.000 davanti.

Preflop: Daniel rilancia 1.600 con J♣7♦ e Hellmuth difende il BB con K♣7♥.

Flop: K♥10♣6♦ – Check di Hellmuth, c-bet di Daniel a 1.200, chiama Phil.

Turn: 3♦ – Check to check.

River: 9♠ – Daniel punta una size pari al pot e Phil Hellmuth lascia la sua top pair.

 

L’analisi di Little

Il raise preflop è abbastanza standard, i rilanci 2x a questo tavolo erano abbastanza frequenti. Anche la continuation bet era una mossa molto frequente da parte di Daniel.

Se posso raccomandare qualcosa avrei approfittato ancora di più di questo. Phil sembrava che avesse la tendenza a foldare facilmente quando non aveva nulla di ragionevole, quindi al posto di Daniel avrei alzato la size preflop per aumentare il piatto, e poi puntato con una size bassa al flop, aspettandomi molti fold di Phil.

Al posto di Hellmuth invece avrei decisamente giocato in maniera più aggressiva al preflop, e al flop con mani non premium.

Ho visto molti limp e molti flat call con mani veramente forti, ha addirittura limpato A-K. Ci può anche stare se si vuole creare una strategia di limp, ma questo implica che ti aspetti da Daniel che paghi troppo facilmente nel momento in cui chiudi un punto forte.

Phil ha fatto bene a non check-raisare al flop perché il suo range di check-raise qui è composto soprattutto da mani molto forti, e Negreanu folderà spesso.

Il check al turn di Daniel lo trovo abbastanza corretto: probabilmente stima le mani di Hellmuth in un A-high o meglio, o qualche draw, e non folderà mai su una puntata al turn.

Al river Negreanu va in bluff con una size bella grossa, e mi piace. Vuole far foldare a Phil un 9 o un 6 principalmente, e con quella size mi aspetto effettivamente che Hellmuth foldi con una certa frequenza.

K-7 è una mano molto molto molto forte qui, e non si dovrebbe foldare. Troppa gente che pensa di avere un buon vantaggio nel post flop, tende a foldare poi ottimi bluff catcher.

Phil ha foldato più di una volta top pair, e si è sempre rivelata la scelta sbagliata. Basta calcolare le pot odds: è buono più di una volta su tre? Certo che sì!


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

VUOI IMPARARE A GIOCARE A POKER ONLINE?

Giocare a poker ottenendo un profitto nel lungo periodo è molto difficile. Serve uno studio approfondito del gioco, unito alla costanza e alla disciplina. Comincia subito a fare le cose per bene senza provare a bruciare le tappe e i risultati saranno dalla tua parte.

Q
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?