Le cinque abitudini mentali dei poker player di successo

Mag 27, 2021

5 abitudini mentali poker

Il lavoro di mental game è tanto importante quanto la preparazione teorica. Nathan “BlackRain79” Williams spiega i 5 atteggiamenti mentali tipici del giocatore di successo. Imparare a integrarle nella nostra persona potrebbe rivoluzionare il nostro gioco. 

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
Rakeback
45%
Rakeback
40%
Rakeback
20%

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

1 – Lavoro duro

Come spiegava nel dettaglio MMAsherdog, mettersi sotto è una delle chiavi principali del poker.

‘Blackrain79’ consiglia di dividere il tempo dedicato al poker 50% nel gioco e 50% nello studio, almeno all’inizio. Una volta capiti i concetti fondamentali potrai dedicare anche l’80% al gioco e il 20% allo studio, anche se per arrivare ai più alti livelli fare più analisi possibile diventa essenziale.

Ovviamente più si ha disponibilità di tempo meglio è, uno studente o un lavoratore full time non potranno dedicare lo stesso tempo al poker in confronto a un professionista, però bisogna saper usare il tempo in maniera saggia ed efficiente.

“Una volta avevo un lavoro che non mi piaceva, il mio sogno era fare il poker pro. Ogni singola sera dedicavo almeno 3 ore al gioco e allo studio. Niente tv, niente facebook, solo dedizione verso il mio obiettivo.”

 

2 – Imparare dai propri errori

I giocatori di successo riescono velocemente a imparare a non commettere un’altra volta lo stesso errore. Sanno come modificare la loro strategia in situazioni particolari chiaramente -EV.

A volte è più facile a dirsi che a farsi, tanto che anche Williams ammette che alcune volte ha avuto bisogno di anni interi per aggiustare il tiro su alcuni errori. Un buon software di tracking può aiutare a individuare gli sbagli principali.

 

Comparatore Bonus Scommesse

BookmakerBonusVisita
Bonus
365€
Bonus
20€

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

3 – Indipendenza

Studiare è essenziale, rimanere aggiornati con le nuove teorie è importante, ma dopo un certo punto bisogna staccarsi dal materiale di dominio pubblico e cominciare a venire a capo da soli nella creazione delle proprie strategie.

A un certo punto non troverai libri intitolati “Come battere il NL500“, dovrai utilizzare le tue conoscenze e farcela da solo.

 

4 – Circondati di vincenti

Essere indipendenti non significa essere soli. Avere buoni compagni di studio e giocatori con cui confrontarti è una delle cose più utili al mondo, ma devono essere i migliori.

Filtra via i giocatori meno preparati dalla tua cerchia e cerca di conoscere chi domina ai tuoi livelli. Non sai da dove cominciare? Scopri il gruppo facebook di Grinderlab qui!

 

5 – Sii forte

La forza mentale è la base. Ogni giorno è un’opportunità nuova per migliorare. Sappi già che non vincerai ogni giorno, ma ogni giorno dovrà essere utile.

Inutile whinare per la sfortuna, per i fish che ci scoppiano, anche per 10 buy-in persi. Fa tutto parte del gioco e dobbiamo concentrarci solo in ciò che possiamo cambiare. Le carte del board non fanno parte del discorso.

 


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

Ti sei mai chiesto... perché giochi a poker? È una domanda dalle tante sfaccettature, e che spesso può anche essere liquidata rapidamente con un "Per divertimento", che è accettabilissimo a qualunque livello tu sia. Tra le altre risposte impulsive, alcuni possono aver...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?