Da 100$ a 100.000$ in dieci mesi di grinding: il bankroll challenge vinto da ‘Bluffalo Sam’

Feb 8, 2024

bluffalo sam insole

Il poker è un gioco di motivazioni e non è raro che, per darsene, i pokeristi si lancino in sfide di vario tipo.

Tra le più gettonate sono i bankroll challenge, in cui si vuol far crescere un piccolo capitale per il gioco fino a un ammontare prefissato, che può essere più o meno grande.

Negli anni anche top player come Doug Polk e Charlie Carrel si sono ‘auto-sfidati’ con bankroll challenge che avevano nell’ online il terreno d’azione. La ‘sfida del bankroll’ che ha vinto i giorni scorsi il grinder e vlogger ‘Bluffalo Sam’ Insole è però a suo modo unica.

 

Il ritorno a una vecchia passione

Il canadese ha infatti trasformato cento dollari in centomila in dieci mesi di gioco soprattutto ai tavoli cash live, arrivando anche a quelli trasmessi in streaming pur di giocare a determinati livelli.

Insole, che lavorava nel campo immobiliare prima di tuffarsi in questa sfida, ha iniziato il bankroll challenge coi torni online low-stakes alla fine di marzo 2023. Il 14 aprile aveva accumulato 1.300$ e ha aperto il canale YouTube per documentare le sessioni ai tavoli cash 1$-3$ dove si era trasferito con una gestione ultra-aggressiva del bankroll (non seguite il suo esempio!).

É stato un ritorno al poker: venti anni fa ‘Bluffalo Sam’ aveva giocato micro stake e poi cash 1$-3$ a tempo pieno per un anno e mezzo, prima di trovare una striscia negativa di 15 buy-in che lo aveva portato a lasciare il poker e trovarsi un lavoro. La decisione di tornare al tavolo ha seguito un periodo non roseo proprio a lavoro.

“Con gli aumenti dei tassi di interesse, il mercato immobiliare era morto negli ultimi mesi […] e l’inverno è generalmente una stagione lenta”, ha detto Insole al portale del WPT “Mi sono preso sei mesi di pausa dal lavoro per andare in America, giocare un po’ a poker e vedere come andava. Ed è andata bene”.

 

In viaggio per i tavoli degli States

Dopo aver fatto superare quota diecimila dollari al bankroll, infatti, Bluffalo Sam è partito dalla sua Vancouver per giocare 2$-5$ in giro per gli Stati Uniti. Nel suo girovagare ha toccato Seattle, Portland e tutta la costa della California, prima di dirigersi a Las Vegas a novembre.

A dicembre, con il bankroll arrivato a 60.000$, Insole ha preso la via del Texas, dove ha iniziato ‘giornate da diecimila dollari’ giocando a blinds 5$/10$/20$ prima alla Texas Card House di Las Colinas, fuori Dallas, e poi in streaming live al Poker at the Lodge, dove è uscito con un negativo di quattromila dollari.

 

Nervosismo all’esordio high stakes

Dopo una puntata alla partita in stream del Peaks Dallas, Insole si è schierato alla $10/$25/$50 del Champions Club Texas. Nei giorni prima di giocare aveva i nervi a fior di pelle. Al tavolo gli sono servite un paio di ore prima di sentirsi a suo agio:

“Quando ho iniziato a realizzare che gli avversari erano chiusi come quelli contro cui avevo giocato fino a quel momento è andata decisamente meglio. Non possono vedere che mano hai: una volta che me lo sono fissato in testa è diventato tutto più facile”.

Dopo un paio di settimane passate in tavoli diversi, ‘Bluffalo Sam’ è tornato a fine dicembre al Champions Club con un bankroll di poco inferiore a 80.000$.

In tre giorni ha registrato un profitto di 28 mila dollari raggiungendo quota 108 mila e vincendo la sfida. Insole ha usato un piccolo accorgimento:

“Quando avevo circa $ 9.000 nel bankroll, arrivare a $ 10.000 è stato un grosso problema per me. Mi mettevo in spot che non erano buoni solo perché avevano il potenziale per portarmi a quota diecimila. E ho fatto lo stesso a cinquantamila. Così quando mi sono avvicinato ai centomila dollari ho deciso di mettere via il tracker. Per tutta l’ultima trasferta al Champions Club non avevo idea di quanto fossi in positivo”.

 

I numeri della sfida di ‘Bluffalo Sam’

Durante il bankroll Challenge Insole ha mantenuto un win-rate davvero incredibile. A livelli superiori al NL300 il canadese ha giocato 382 ore vincendo in media 241,50$ l’ora, pari a 38 big blind orari.

Il prossimo mese Insole dovrebbe tornare a lavoro ma visto il successo, tanto ai tavoli che del canale YouTube, il canadese si sta doverosamente chiedendo se continuare con la strada intrapresa nell’ultimo periodo.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Frasi, aforismi e citazioni sul poker

Frasi, aforismi e citazioni sul poker

"Il poker non è solo un gioco, è uno stile di vita" Quante volte avrete sentito questa frase? Il poker ha un impatto fortissimo sulla vita di chi ci gioca e sulla cultura popolare in genere, e la saggezza di alcune vecchie glorie del poker è diventata la filosofia di...

leggi tutto
E se il poker fosse diviso a livelli di skill?

E se il poker fosse diviso a livelli di skill?

Scrivendo l'articolo sulla poker room che non vuole giocatori vincenti, è nata una riflessione sull'ecosistema pokeristico, che in un modo o nell'altro sembra destinato a tendere allo zero. È un mondo dove tanti perdenti introducono denaro, e pochi vincitori lo...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?