Doug Polk sconfitto in casa: perde il pot più alto della storia del The Lodge

Gen 18, 2024

doug polk perso million dollar game

Chi segue Doug Polk, celebre poker pro ora meno giocatore e più imprenditore, saprà che… ultimamente fa una bella fatica a vincere! Per lo scontro con Negreanu si preparò al meglio e ne uscì ben in positivo, ma per il resto si dimostra abbastanza sfortunato.

Per fare un esempio, l’ultimo in termini di tempo, Polk ha dato del suo peggio al tavolo cash del The Lodge Poker Club, card room gestita proprio dallo stesso Doug. In quella sessione Polk ha perso oltre $300.000, mentre il businessman Bill Perkins ha fatto anche peggio, con un negativo di oltre 700.000 dollari.

Andiamo a vedere la mano chiave della sessione di Doug, che è anche il record di pot più alto mai registrato in sala.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

La mano record del The Lodge

Situazione: Cash game live, $200/$400 BB Ante $400.

Preflop: Taras ($193k) rilancia con A6 a $2.000 da UTG+1, Polk ($736k) dal seat a fianco alza a $7.000 con A4. Alex ($352k) spilla JJ da cutoff e cold 4-betta a $20.000, original raiser folda, e Polk addirittura 4-betta $60.000! Chiama l’opponent in posizione.

Flop ($123.800) 932 – Doug cbetta $28.000, Alex chiama.

Turn ($179.800) 932JSecond barrel a $78.000, nuovo call per Alex.

River ($335.800) 932J8Polk chiude la mano con un all-in da $186.000 effettivi, Alex chiama e vince il monster pot da $707.800 totali.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Polk ha giocato come un pollo?

Si può pensare che Doug si sia arrugginito rispetto ai suoi tempi d’oro e che questa mano sia stata il corrispettivo pokeristico di centrare un palo in macchina. Ma non bisogna dimenticare che Doug è un cultore del gioco equilibrato, bilanciato, e certe cose non si dimenticano.

Forse non è stato il modo perfetto di condurre la mano, magari i top player del 2024 avrebbero adottato linee diverse, ma per quanto possa sembrare assurdo giocarsi 350k con A-high, la mano tanto brutta non è.

Questo perché a carte viste sappiamo che la mossa migliore per Doug sarebbe stato quittare il prima possibile, ma la cosa bella del poker è che nessuno sa cosa abbia in mano l’altro, e si possono fare soltanto delle supposizioni.

Dopo un’action così aggressiva preflop, Polk ha dato per scontato che un board come 9-3-2 non potesse hittare in quasi nessun modo il range dei due giocatori. Forse qualcuno poteva avere qualche 9-9, ma verosimilmente sarebbe stato foldato in qualche punto del preflop.

Allora la continuation bet è scontata. Del resto, Doug ha forse più vantaggio di range e di nuts (bisogna vedere se sono giocatori che rilanciano sempre con A-A oppure flattano in trapping), quindi nel long term il call avversario è svantaggioso. Atterrato il J è in realtà una carta che sposta poco, solo nel caso di J-J appunto. Inoltre non aiuta la parte di range che chiama inseguendo un draw di colore, e impossibile temere mani come Q-T o T-8.

In poche parole, Polk sta dicendo “Io ho A-A o K-K, e tu se hai una coppia è peggiore della mia“, e non ha senso raccontare questa storia senza la conclusione di un push al river. Le tre combo di J-J e qualche overpair da valutare sono le uniche mani che Alex chiamerebbe, e in altri casi Polk girerà appunto A-A o K-K e vincerebbe.

Questo è il balancing: in un’azione ci devono essere mani forti e mani deboli, per non permettere all’avversario di sapere come giocare con qualunque mano. Pensate se avesse avuto Q-Q: un conto è sapere che quell’action è solo K-K e A-A (easy fold), un altro è sapere che a volte ha AK, AQ e… A4.

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Come non giocare una coppia di assi e Moncek ringrazia

Come non giocare una coppia di assi e Moncek ringrazia

Secondo la volgata comune, con la mano di partenza più bella del gioco, la coppia di assi, "si vince poco e si perde tanto". Nella sessione dello scorso venerdì alla 50$/100$ del casinò Hustler uno spot condito da numerosi errori ne ha dato una ulteriore riprova....

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?