Flush Draw Nuts: check-raise o bluff-catch? È questo il dilemma!

Dic 8, 2023

check raise flush draw

La premiata coppia Barry Carter – Dana O’Kearney regala sempre analisi e pensieri molto interessanti. Non per nulla sono autori di alcuni tra i migliori libri sul poker in circolazione al giorno d’oggi!

Questa volta, sul portale PokerStrategy, si sono interrogati sui motivi per cui non si dovrebbe check-raisare un flush draw nuts, e la parte interessante non è tutta qui, ma anche vedere come utilizzano il solver per trovare risposta alle loro domande. Sappiamo che non è sempre facile!

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Barry ha giocato uno spot con 40bb effettivi in cui flatta da BB con A9 il raise da BTN. Su flop K65 si aspettava una c-bet visto il K alto, e quindi ha pianificato un check-raise.

GTO Wizard invece dice di non check-raisare mai, con nessun flush draw nuts, mentre predilige mani come Q7 e 73, più deboli ma con potenziale di blocker e di scala. Q7s infatti blockera KQ e ha possibilità di scala runner runner.

Carter allora deduce che A9 di picche abbia un buon showdown value e che funzioni meglio come bluff-catcher. Per verificare la teoria, replica lo spot facendo aprire HJ (con un range più stretto e più sbilanciato verso il value), e ottiene gli stessi risultati. Le prime piccole differenze le trova appena da UTG.

Non convinto, prova un altro test: sempre BTN vs BB, ma su flop K65. Il miglior semi-bluff qui sarebbe 87, e questa mano sì, va check-raisata. Non c’è showdown value, e vincendo la mano uncontested, realisticamente si farebbe foldare una mano migliore.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Ed ecco che si accende la lampadina: era un problema di unblocker! A9s ha molta equity sul board precedente, ma blockera tutti gli AX che farebbero continuation bet in bluff e folderebbero a un check-raise, e blockera i flush draw che dominiamo.

In pratica con un check-raise aumenta la probabilità che ci si trovi contro una mano di valore, quindi è una mano che gioca meglio come bluff catch che tiene dentro tutti i bluff avversari.

87 invece funziona meglio come bluff perché non blockera i bluff avversari che folderebbero, ed è il miglior risultato che si possa sperare.

In conclusione, il range di BTN è così ampio che il nut flush draw ha showdown value, se chiudiamo top pair anche meglio, e quindi l’ultima cosa che vogliamo è check-raisare per forzare oppo ad avere un range più forte. 

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Il segreto per vincere? Giocare senza pensieri!

Il segreto per vincere? Giocare senza pensieri!

Giocare e vincere nel poker, che sia live oppure online, è un esercizio molto più complicato di quanto si possa pensare. A cercare di dare qualche consiglio in più è stato un giocatore di tutto rispetto come Jared Tendler. Con un articolo pubblicato sul sito di...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?