Greg Raymer: quando si è veramente troppo tight?

Gen 27, 2023

greg raymer fossilman bias cognitivi

Siamo in molti ad avere il dubbio di essere troppo tight. Nel gioco del poker domande del genere si insinuano facilmente nella mente dei players e trovare risposta è spesso difficile per chi non ha una community col quale confrontarsi. Cerchi una community di poker? Entra nel gruppo di Grinderlab! Prendendo spunto da un articolo pubblicato su cardplayer.com, cercheremo di approfondire riprendendo alcuni consigli che ci da Greg Raymer, personaggio che conosciamo grazie agli articoli sui bias cognitivi.

Dalle parole di Greg:

Ciò che vedo in alcuni giocatori è la tendenza a giocare troppo tight in determinate situazioni. Più comunemente, giocano troppo tight quando si tratta di rischiare tutte le loro fiches, o una parte consistente di esse.

Supponiamo di trovarci in un torneo. Un giocatore ha puntato o rilanciato abbastanza da mandarci all-in. Anche se non è sempre facile capire quale sia la decisione giusta, il concetto di base è abbastanza semplice. Sappiamo che se chiamiamo e perdiamo, il nostro stack vale $0. Se foldiamo, quanto vale il nostro stack? Se chiamiamo e vinciamo, quanto varrà il nostro stack? Infine, quale EV abbiamo quando si sceglie di chiamare?

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Ecco, se l’avversario è stato messo su un range di mani accurato, il resto è pura matematica.

L’errore che molti giocatori avversi al rischio fanno è che dopo queste (giustissime) stime, credono quasi che è la propria stessa vita ad essere in gioco, decidendo di conseguenza di andare sul sicuro e foldare. Questo rende un giocatore troppo tight.

Il giocatore che si comporta in questo modo probabilmente gioca ancora starting hands di troppo, ma quando la sua permanenza al torneo è a rischio, diventa troppo tight.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Si partecipa a un piatto, si hitta il flop, ma poi ci si preoccupa di essere in svantaggio e si folda per assicurarsi la sopravvivenza. Si tratta più di un problema psicologico che di strategia. Sappiamo che l’aggressività è importante, eppure foldiamo quando l’aggressività è rivolta a noi. Il suggerimento che ci da Greg è di cercare di ignorare completamente il concetto di sopravvivenza. Questa non è la vita, dove se si muore è finita, il gioco è finito, non c’è una seconda possibilità. Questo è solo poker. Se si fallisce in questo torneo, ci si prende una pausa e si gioca il prossimo.


Sei alla ricerca di una sana community? Iscriviti alla nostra su Facebook!

Scopri l’utilità della rakeback, ti aiutiamo noi!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

Ti sei mai chiesto... perché giochi a poker? È una domanda dalle tante sfaccettature, e che spesso può anche essere liquidata rapidamente con un "Per divertimento", che è accettabilissimo a qualunque livello tu sia. Tra le altre risposte impulsive, alcuni possono aver...

leggi tutto
Cinque modi per sbollire subito da un tilt pokeristico

Cinque modi per sbollire subito da un tilt pokeristico

Brutta esperienza il tilt nel poker! Uno stato negativo generato tipicamente da una sconfitta, che non fa altro che farci perdere il focus peggiorando ulteriormente le nostre prestazioni in game. Per evitare di decimare il bankroll in poche mani, è importante imparare...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?