+39 3207056035

Assistenza 7 giorni su 7

info@grinderlabpoker.it

Scrivici quando vuoi!

Come limitare le perdite a poker nei periodi di run sfavorevole

Giu 14, 2020

Prendete un torneista qualsiasi, uno vincente.

Uno che magari non sarà arrivato a giocarsi gli high roller da 10 o 25 mila euro, ma che comunque vive dignitosamente da anni grazie al gioco.

Ammettiamo che il nostro fantomatico giocatore sia uno di quelli che, almeno la zona premi, la raggiunge molto spesso.

E con molto spesso intendiamo tra il 25 e il 30 % delle volte, un dato davvero importante se alcune di queste bandierine hanno consentito l’approdo a qualche tavolo finale.

E ora proviamo a ribaltare il tutto.

Abituarsi alla sconfitta

Già, perché andare a premio una volta su quattro significa perdere il 75% delle volte.

E la sensazione che genera una sconfitta, per quanto nell’economia generale possa non pesarci minimamente (ci auguriamo che la gestione del bankroll non sia più un problema, in caso contrario date uno sguardo al nostro approfondimento sugli errori più comuni commessi dagli amatori nella gestione delle risorse) non è mai piacevole.

Abituarsi a prenderle senza fiatare, pensando esclusivamente alla qualità del gioco a prescindere dall’incidenza della varianza, è una dote rara.

Ed è la chiave per riuscire ad avere successo, quindi se per un attimo avete pensato di intraprendere una carriera professionale nel poker, assicuratevi di avere i nervi saldi e una buona gestione delle emozioni.

Prima la testa, poi la tecnica

Sembrerà assurdo, specie perché la nostra mente tende a ricordare maggiormente quegli episodi che ci hanno intaccato emotivamente (e le bad beat clamorose ce le ricordiamo tutti benissimo), ma la maggior parte sconfitte al tavolo verde derivano da scelte sbagliate a seguito di uno o più incroci sfortunati.

E non parliamo soltanto di occasionali dell’ultim’ora ma anche di professionisti navigati, che in momenti di poca lucidità possono letteralmente rovinare quanto di buono fatto fino a quel momento.

Un po’ come se fossimo noi stessi ad amplificare gli effetti negativi di un colpo sfortunato senza nemmeno rendercene conto.

CLICCA QUI per capire il che modo il pensiero positivo può influenzare una sessione di poker

Sottostimare e sovrastimare

E’ qui fondamentalmente che si gioca la partita più grossa, quella contro noi stessi.

Gli effetti della bad run a livello di mindset possono essere deleteri se non abbiamo lavorato a sufficienza su questo aspetto.

Ciò che capita con maggior frequenza nei momenti di appannamento è proprio una stima sbagliata, in eccesso o in difetto, della forza della mano avversaria.

Quel che accadrà quindi, sarà aver più paura del solito di giocare uno showdown o pianificare una giocata su più strade (proprio per paura di vedere le nostre percentuali di vittoria passare da close to 100% al suo opposto) o in alternativa cominciare a pensare che tutto il mondo ce l’abbia con noi e che i nostri avversari non pensino ad altro che a combinarcela non appena se ne presenti l’occasione.

La conseguenza più diretta, in termini tecnici, è un allargamento (o restringimento) dei range abituali con cui si fronteggiano le varie situazioni di gioco, in virtù di una (fallace) nuova consapevolezza sul “flow” della partita.

Per concluere, la sfortuna ci vede benissimo e non fa distinzioni di sorta, sta a noi limitarne l’impatto esclusivamente agli showdown o estenderne l’influenza anche laddove non ce ne sarebbe alcun bisogno.

Se ti sei perso l’uno-due pazzesco del duo Sammartino-Kanit al Bounty High Roller DAI UNO SGUARDO QUI

Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla nostra Community su Facebook!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

Ti sei mai chiesto... perché giochi a poker? È una domanda dalle tante sfaccettature, e che spesso può anche essere liquidata rapidamente con un "Per divertimento", che è accettabilissimo a qualunque livello tu sia. Tra le altre risposte impulsive, alcuni possono aver...

leggi tutto
Cinque modi per sbollire subito da un tilt pokeristico

Cinque modi per sbollire subito da un tilt pokeristico

Brutta esperienza il tilt nel poker! Uno stato negativo generato tipicamente da una sconfitta, che non fa altro che farci perdere il focus peggiorando ulteriormente le nostre prestazioni in game. Per evitare di decimare il bankroll in poche mani, è importante imparare...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Phil 😄
Come posso aiutarti?