Andrea Cardinali: 3 cattive abitudini da eliminare nello studio del poker

Gen 13, 2023

Andrea Cardinali

Per trionfare e chiudere in positivo nell’universo del poker, bisogna uscire dalla nostra comfort zone. Ottenere risultati infatti, è frutto di un processo che include costanza ed impegno. Niente di impossibile però, tramite alcune accortezze si può tranquillamente acquisire una mentalità vincente in grado di farci distinguere dalla gran parte dei players occasionali. Oggi, prenderemo in prestito alcuni importanti consigli da parte di Andrea Cardinali, che grazie al suo profilo Instagram condivide giornalmente tips ed hand review.

Andrea, che da due anni lavora anche come coach MTT, è co-founder di xShove ed ha portato a casa risultati importanti come un terzo posto all’EPT di Barcellona da 550€. Questo grazie al suo ferreo mindset ed alla sua dedizione. Se sei curioso di conoscere la sua routine di studio ed i suoi obiettivi, leggi l’intervista che gli abbiamo dedicato poco tempo fa!

Comparazione Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
500 €
500 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Vediamo insieme 3 cattive abitudini da eliminare per alzare il nostro livello nel poker.

Eliminarsi dalle chat tossiche

Il primo punto che Andrea ci consiglia consiste nell’eliminarsi dalle chat tossiche che si trovano facilmente sul web. Quest’ultimo infatti, è stracolmo di community fittizie piene di giocatori mediocri. Data l’enorme mole di errori basilari, le lamentele e gli insulti sono all’ordine del giorno in questo genere di gruppi, facendoci scoraggiare facilmente e trasmettendoci una perdita di fiducia in quel che facciamo. L’ottimale sarebbe creare un gruppo di studio con amici stretti appassionati dell’argomento.

Se non li hai, vi veniamo in soccorso noi. Entra a far parte di Grinderlab, la community di poker n.1 in Italia, clicca qui per scoprirla ora!

Smetterla di guardare i reports e di paragonarsi agli altri

Nell’ambito pokeristico ci saranno sempre regular e occasionali che vinceranno nel breve periodo e giocatori fortissimi che perderanno. Questo per farvi capire che non ha alcun senso paragonarsi agli altri ma bisogna concentrarsi esclusivamente sul proprio percorso. Ognuno possiede risultati e tempi di apprendimento differenti, condizionati nel nostro ambito dalla grande varianza che presiede il tavolo verde. Per aumentare la consapevolezza del tipo di gioco che si possiede, vi consigliamo l’uso di Holdem Manager, dai un’occhiata a questo articolo.

Elimina lo studio disorganizzato e discontinuo

Possedere un corretto metodo di studio è tutto per l’avanzamento nel poker. Sono in molti quelli che pretendono di migliorare guardando qualche video qua e là, comprando corsi e libri che vengono iniziati e mai completati. Ecco, la determinazione è necessaria per un apprendimento corretto. Come ci dice Andrea 10-15 minuti di studio al giorno fatto bene, con i giusti argomenti, strumenti e metodologie, possono cambiare drasticamente le nostre abilità.

Se vuoi approcciarti a quelli che secondo noi sono i migliori software per il poker, ti indirizziamo alla pagina dedicata.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Concludiamo dicendo che questi tre consigli, se seguiti con attenzione, possono davvero far la differenza. Se poi è un professionista come Andrea Cardinali a darceli, non dovrebbero esserci dubbi. Tra i suoi prossimi appuntamenti troviamo l’EPT Parigi. Leggi qui il calendario ufficiale del 2023.

Per il resto, continua a leggere gli articoli che pubblichiamo giornalmente per aumentare la tua esperienza!


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

Ti sei mai chiesto... perché giochi a poker? È una domanda dalle tante sfaccettature, e che spesso può anche essere liquidata rapidamente con un "Per divertimento", che è accettabilissimo a qualunque livello tu sia. Tra le altre risposte impulsive, alcuni possono aver...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?