“bencb” ed alcuni importanti consigli sul bluff

Gen 14, 2023

benjamin bencb rolle vincere poker

Benjamin Rolle, conosciuto da tutti come bencb, è uno dei più grandi giocatori di tornei online del momento. Nella sua carriera ha guadagnato molto, e trai suoi più importanti risultati la vittoria del World Championship of Online Poker $100.000 Super High Roller con Fedor Holz per 1,2 milioni di dollari. Di recente ha vinto il Sunday High Roller su GGPoker per quasi 400.000 dollari e ha ottenuto un titolo Super Millions per 424.000 dollari.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
200 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

In un intervista svolta da cardplayer.com, ci da alcuni consigli su come bluffare.

Ecco quelli che secondo noi sono i più importanti.

I consigli di “bencb

Craig Tapscott: In quale situazione si può essere creativi e avviare un bluff?

bencb: Un bluff non ha bisogno di essere creativo. Fa parte del gioco ed è obbligatorio.

È tutta una questione di rischio e guadagno. Rischiare un po’ per ottenere un guadagno decente. Questo spesso implica puntare il flop come bluff, continuare a farlo a volte sul turn, ma essere molto selettivi sul river. Quando il player medio chiama il flop e il turn, spesso è troppo attaccato alla mano e non folderà il river. Questa è la più grande differenza tra i giocatori vincenti e quelli perdenti.

I vincenti sono in grado di lasciar perdere la loro mano indipendentemente dal fatto che abbiano chiamato o meno il flop e il turn. Sono in grado di rivalutare la situazione al river. I giocatori perdenti non lo fanno, avendo un processo di pensiero molto sbagliato.

Quando bluffiamo, se abbiamo mancato il flop e giochiamo contro una early position come il BB, sarà quasi sempre redditizio lanciare piccole c-bet come bluff. Ad esempio, il 33% o il 25% della dimensione del pot.

Ti interessano le strategie sul bluff? Leggi cosa ci dice Ian Simpson sul bluff corretto!


Craig Tapscott: Quali sono gli spot peggiori per tentare un bluff e perché?

bencb: I punti peggiori in cui bluffare sono quelli in cui gli avversari possono avere full, scala e colore. Ad esempio, un board finale come 79J9Q.


Craig Tapscott: Alcuni giocatori sono confusi quando si parla di bluff catching. Come bisogna comportarsi?

bencb: La prima domanda da farsi è: “È uno spot facile da bluffare?”.

I punti facili da bluffare sono i tavoli in cui molti draw vengono mancati.

Supponiamo che il board sia 98424. Il villain può avere QJ, JT, QT, 76s, 65s, A3s o A5s. Con queste mani, è molto probabile un potenziale bluff, rendendo facile una hero call con 9-x o 8-x.

Ancora una volta, sarebbe giusto puntare molti flop e continuare l‘aggressione su molti turn, senza però bluffare nei grandi piatti al river a low e mid-stakes. Essere in grado di capire e attenersi a questo non è forse lo stile di gioco più entusiasmante, ma è sicuramente l’approccio più redditizio se si vuole prendere il poker più seriamente.


Craig Tapscott: Come cambia il bluff nei final tables?

bencb: Cambia molto, ma da entrambe le parti. Quando si è lo stack più alto, si trovano frequentemente spot da bluffare in modo aggressivo, dato che l’avversario dovrebbe foldare molto di più.

Un esempio lampante è quello in cui ci difendiamo come big stack dal big blind contro un mid stack (stack effettivo di 30 big blind) e il board mostra carte come 665. Normalmente, check-raisare in bluff, puntare al turn e mettere l’opponent in all in al river potrebbe funzionare, considerata l’ampiezza del nostro range data la posizione da cui rilanciamo inizialmente.

C’è però un’enorme differenza tra ciò che le persone dovrebbero fare e ciò che poi fanno. Anche se troviamo punti in cui il villain dovrebbe foldare spesso, non significa che lo farà. E questo può costarci molto denaro.

Ai tavoli finali si tratta di usare le proprie chips in modo saggio e di scegliere saggiamente i propri avversari. Puntare il 25% del piatto potrebbe applicare molta pressione contro uno stack di 10 big blind, ma nessuna pressione contro uno stack di 50 big blind. È da tenere a mente.

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
965 €
1000 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

Tutti sanno che col poker si fanno “le ore piccole”, ecco alcuni importanti consigli sul sonno da parte di bencb!

Photo credits: Neil Stoddart


Se ti piacciono i nostri contenuti iscriviti alla Community su Facebook!

Scopri i deal Rakeback di Grinderlab!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

“Cos’è che ti spinge a giocare a poker?” Fedor Holz

Ti sei mai chiesto... perché giochi a poker? È una domanda dalle tante sfaccettature, e che spesso può anche essere liquidata rapidamente con un "Per divertimento", che è accettabilissimo a qualunque livello tu sia. Tra le altre risposte impulsive, alcuni possono aver...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?