Come adattare la strategia quando si gioca Deep Stack

Apr 15, 2024

deep

I giocatori MTT sono più ferrati nel gioco short / mid stack, tra i 10 e i 50 bb circa, mentre la strategia cash game solitamente si riferisce sempre a stack effettivi 100x, lo scenario più diffuso.

Ma quando qualcuno raddoppia, triplica, vince qualche posta… come si adatta il gioco al momento deep stack? Andiamo a scoprire quali dovrebbero essere le tendenze ideali.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
1050 €
965 €
20 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Size (e frequenza) di 3-bet più elevate

Quando si gioca 100x, di solito scegliamo delle size circa di 3-4 volte il raise originale, a seconda di fattori quali posizione, aggressività dei giocatori eccetera. Anche il range di 3-bet di solito contiene valore e un po’ di bluff, perché l’idea è di giocare con mani che battono il range di call avversario, o di far foldare le sue mani medio-forti.

Scegliamo quelle size perché il rischio è che l’avversario 4-betti, mettendo in difficoltà una certa porzione del nostro range. Gran parte delle mani che continuano finiscono per andare all in.

Nei piatti deep questo non accade con la stessa frequenza, perché abbiamo uno SPR più alto che ci permette gioco post flop. Per questo motivo anche i call alle 3-bet sono più incentivati, e le 4-bet meno “scary”. Allora possiamo alzare la size di 3-bet senza paura, considerando che il fine ultimo è massimizzare il valore dalle nostre mani migliori.

 

Evita lo slowplay

Questo è un consiglio che – di norma e con le giuste considerazioni – si applica sempre. In particolare, però, quando gli stack si fanno grossi, perché lo slowplay per definizione vuole avere una buona mano, e l’obiettivo di ogni nostra mano è massimizzare il profit del top range. 

Nel classico 100x, ogni tanto lo slowplay è utile, anche per bilanciare altri range, soprattutto nei casi in cui c’è una buona possibilità di giocarsi comunque tutto. Nei piatti con 200+ big blinds effettivi, potete considerare il pot e le size come se fossero tutte dimezzate: dobbiamo puntare e aumentare il piatto per massimizzare!

Si gioca piano anche per tenere dentro più bluff, ma deep stacked l’avversario sarà più incentivato a restare in gioco con le mani medie perché aumentano le implied odds.

 

Comparatore Bonus Poker

RoomBonusVisita
500 €
20 €
200 €

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani.

 

Cosa è il nuts, e l’importanza delle implied

Con la potenzialità di vincere piatti molto più importanti, cambia anche il valore delle implied odds e delle RIO. Per questo motivo va fatta attenzione al punto che abbiamo in mano.

La soglia del “nuts” (inteso come top range di mani in una situazione, non singola mano) si sposta paradossalmente più in alto: vogliamo giocare e ingrandire il piatto con molte mani in più, ma possiamo stare tranquilli solo con mani davvero forti. Il rischio è un cooler che 300x non vogliamo vivere.

Detta in altri termini: stai attento anche con colore 2nd nuts! 

 

Ovviamente ci sono tantissimi aggiustamenti possibili. Se hai dei consigli, puoi condividerceli nei commenti di Facebook!

Entra nella migliore community sul poker

Accedi al gruppo Facebook per confrontarti con centinaia di Grinders e restare aggiornato sulle iniziative di Grinderlab

Potrebbe interessarti anche:

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Sopravvivere ai cooler: le istruzioni di Jonathan Little

Tra le tante definizioni che possiamo dare del poker, c'è anche quella di 'gioco dei cooler'. Gli incroci infoldabili di carte premium sono infatti parte integrante del Texas Hold'Em. Ma come sopravvivere quando ci si ritrova dalla parte sbagliata del cooler? Sulle...

leggi tutto
Chatta
Serve aiuto?
Ciao, sono Dario 😄
Come posso aiutarti?